Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Estate sicura sul litorale maceratese: attivi i presidi di salvamento acquatico

Uno partirà il 25 luglio ed è posizionato sull'arenile del comune di Potenza Picena. A Civitanova il comune ha istituto una postazione grazie alla collaborazione della Croce Verde

Una spiaggia libera (Immagine di repertorio)

Presidio di salvamento acquatico nel litorale non assistito delle cittadine costiere della provincia; siglato il protocollo di collaborazione tra la Prefettura e i comuni di Civitanova, Porto Recanati e Potenza Picena.

Il servizio, che sarà ubicato sull’arenile che si trova nel comune di Potenza Picena, è reso possibile grazie al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco ed è importante per assicurare un più elevato livello di sicurezza a beneficio di tutti i cittadini che, nel corso di questa stagione estiva, affolleranno il litorale della provincia. L’accordo rappresenta anche una importante espressione delle possibili efficaci sinergie tra le Amministrazioni dello Stato, gli Enti Locali e le istituzioni private.

I Vigili del Fuoco, con il proprio personale abilitato al salvamento acquatico e con i propri mezzi, hanno predisposto il servizio volto a garantire un più elevato livello di sicurezza nella balneazione sui litorali non assistiti in concessione dei comuni di Potenza Picena, Civitanova Marche e Porto Recanati.

Il servizio che avrà inizio il 25 luglio e durerà fino al 16 agosto è stato reso possibile anche grazie al contributo finanziario dei comuni interessati e alla collaborazione dell’Associazione Barracuda concessionaria del tratto di arenile sul quale verrà ubicato il presidio acquatico.

Da ieri inoltre a Civitanova, il Comune ha attivato un servizio di assistenza sanitaria e di pronto intervento per la sicurezza dei cittadini e dei turisti in collaborazione con gli operatori della Croce Verde della città costiera. Il progetto, denominato “Soccorso a mare”, prevede la presenza di un’ambulanza ABLS da soccorso 118 con relativo equipaggio stanziale sul lungomare nord, nello slargo in corrispondenza degli stabilimenti Hosvy e Galliano. In base alla disponibilità interverrà anche una squadra di due militi su scooter per raggiungere più facilmente l’ampia zona dell’intero lungomare civitanovese grazie all’agilità del mezzo.

La postazione che si trova a Civitanova

L’iniziativa, oltre ad avere la funzione di supporto ai bagnini presenti sulla spiaggia, avrà la funzione di alleviare gli sforzi del pronto soccorso garantendo un primo e tempestivo intervento in loco a cittadini e turisti, limitando gli accessi ospedalieri e gli interventi a chiamata della centrale operativa 118, a vantaggio del lavoro delle strutture sanitarie ancora particolarmente provate in questo periodo post-emergenziale. Il servizio avrà luogo nei fine settimana dei mesi di luglio e agosto, dalle 10 alle 19, e sarà potenziato nella settimana di ferragosto.

«Civitanova vuole diventare una città sempre più sicura. Grazie alla proficua collaborazione con la locale Croce Verde, che tengo a ringraziare – ha detto l’assessore al turismo Maika Gabellieri – potremo riattivare questo progetto sanitario a vantaggio dell’intera comunità e dei nostri turisti. Il primo soccorso è fondamentale, per questo abbiamo voluto porre maggiore attenzione su questo fronte, ripristinando la postazione di un mezzo parcheggiato in un luogo ad alta frequentazione. Il progetto va a qualificare l’intera città di Civitanova, in grado di offrire sempre maggiori servizi. Avvalersi di professionisti come i militi della Croce Verde garantisce anche il rispetto di precise regole per eseguire la rianimazione correttamente riducendo il rischio del contagio».