Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Elezioni a Camerino, Sborgia: «Ripartenza è la parola chiave». Lucarelli: «Ricostruire la comunità disgregata»

I due candidati alle elezioni si confrontano a distanza. Sborgia ha riaperto la sede dove aveva festeggiato la vittoria tre anni fa

CAMERINO – Sandro Sborgia riparte dalla stessa sede in via Ridolfini dove, tre anni fa, aveva festeggiato la vittoria alle elezioni. Dopo essere stato sfiduciato, infatti, l’ex sindaco ha deciso di ripresentarsi alle prossime elezioni del 12 giugno, dove si troverà di fronte Roberto Lucarelli per la coalizione di centrodestra. «Vogliamo ripartire dal punto in cui siamo stati costretti a fermarci e per farlo anche i simboli hanno la loro importanza – ha detto Sborgia aprendo la sede -. ‘Ripartenza’ è stata la parola chiave del nostro operato durante il quale siamo riusciti a sbloccare tante situazioni che erano in fase di stallo coma la de-perimetrazione di parte del centro storico e di molte frazioni, i lavori di messa in sicurezza, il complesso iter per la costruzione della casa di riposo e della scuola Betti, la sistemazione della Biblioteca Valentiniana, l’appalto per la sistemazione del fosso dello scarico, la definizione dell’area per la nuova Scuola della musica donata dalla fondazione Bocelli, la realizzazione di una sede provvisoria decorosa per gli uffici comunali, lo sblocco della concessione da parte della Unione montana di parte del suo stabile per la nuova caserma dell’Arma dei Carabinieri e la loro sistemazione provvisoria presso il Palazzo Sant’Angelo».

Taglio del nastro per la sede del candidato sindaco, Sandro Sborgia

«Accanto a ciò – prosegue – abbiamo lavorato alla ‘Pianificazione’ della fase della ricostruzione. E non a caso, ad esempio, siamo stati uno dei primi comuni a presentare il Programma straordinario della ricostruzione, meglio noto come PSR, da poco approvato e che ha messo le basi per una ordinata e sicura ricostruzione del centro storico. Sarebbero tante le cose da dire, ma la nostra scelta è stata quella di rimetterci in gioco per poter portare a termine i tanti progetti arrivati oramai alla fase esecutiva. Dopo tre anni stavamo vedendo i frutti del lavoro svolto e vogliamo portarlo a termine ancor più convintamente».

La squadra del candidato sindaco Roberto Lucarelli

Se Sborgia ha scelto la parola “Ripartiamo”, Lucarelli, invece, ha preferito “Insieme”. «Per il nome della nostra lista, abbiamo scelto due termini che sono prima di tutto due valori e che sentiamo essere più importanti e significativi: Camerino e insieme. Camerino, la nostra città, – spiega Lucarelli – perché è l’obiettivo del nostro impegno, che accomuna la scelta di ciascuno di noi di mettersi a disposizione della comunità, con una visione chiara delle iniziative da intraprendere nel breve e medio termine e della città che vogliamo nel futuro. E “insieme”, perché questa sfida la possiamo vincere solo se la affrontiamo in piena sinergia e condivisione, uniti per lo stesso scopo, e soprattutto con l’obiettivo di ricostruire una comunità oggi disgregata e divisa che deve riscoprire l’orgoglio e la determinazione di essere protagonista nella vita attiva della città e del territorio».