Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Un marketplace per le attività commerciali di Tolentino: «In 200 pronte ad aderire»

Si tratta di un portale che raccoglie le vetrine virtuali dei negozi con relativi cataloghi di prodotti e servizi. La vice sindaca Luconi: «Dirottare nel progetto le risorse del Natale»

La piazza di Tolentino

TOLENTINO – La pandemia e il lockdown hanno mostrato quanto il digitale sia importante in questo momento per poter promuovere il commercio online. A Tolentino, il consigliere dem Fulvio Riccio, ha manifestato la volontà di creare un marketplace per le attività commerciali della città e grazie al lavoro dell’esperto Fabio Carucci – Developer Apple che lo scorso anno aveva migliorato il sito “Vivitolentino” – si è dato il via al progetto.

Vetrine virtuali dove le attività commerciali della città possono presentare servizi e prodotti; nello specifico si tratta di un nuovo sito e di una app, in un unico portale, per un marketplace innovativo e di qualità. A essere coinvolti, oltre al consigliere Pd e al professionista Crucci, ovviamente il Comune di Tolentino attraverso il suo consigliere delegato al commercio Andrea Crocenzi.

Il vice sindaco di Tolentino Silvia Luconi

«Nella scorsa settimana il Consigliere Fulvio Riccio ha manifestato la volontà di creare un marketplace – ha detto il vice sindaco di Tolentino Silvia Luconi – Abbiamo accolto con piacere la sua proattività e lo ringraziamo pubblicamente, insieme ai suoi colleghi del Pd, e gli abbiamo spiegato che si sarebbe potuto aggiungere al gruppo di lavoro già in essere perché fare dei contenitori separati sarebbe inutile e fuorviante».

«Su consiglio del sindaco Giuseppe Pezzanesi, come suo vice, ho scritto una nota al Consiglio comunale chiedendo a tutti, indistintamente, di collaborare perché il commercio non ha colore politico, ma solo necessità di ripartire e di avere occasioni concrete di rilancio – ha continuato Luconi -. Fabio Carucci ci ha presentato un progetto che nel complesso costerebbe 14mila euro e l’amministrazione comunale ha pensato di renderlo gratuito per gli esercenti nel primo anno, vista anche la particolare congiuntura economica. La delibera del Natale probabilmente non potrà avere seguito nella sua totalità perché a causa delle misure restrittive anti covid diverse iniziative non potremmo organizzarle, quindi le risorse destinate a quel programma potrebbero essere dirottate verso questo obiettivo, come suggerito dal sindaco Pezzanesi».

Un progetto che vede vari attori protagonisti a sostegno dell’economia della città come la BBC di Tolentino e la Pro-Loco TCT. «Un progetto certamente ambizioso ma contemporaneamente molto importante in questa particolare fase storica dove oltre ai danni del sisma ci troviamo a combattere un terribile crisi economiche dovuta alla pandemia da covid-19 – ha aggiunto il vice sindaco -. La nostra intenzione, visto anche l’evolversi delle modalità di acquisto, è quella di creare vetrine virtuali con relativi cataloghi di prodotti e servizi per ogni singolo esercente, tutte facilmente consultabili da sito internet, dal telefonino o dall’Ebook».

Per quanto riguarda il mondo della ristorazione, ad esempio, gli addetti del settore potranno creare un loro menù digitale con i piatti come ugualmente i negozi di abbigliamento e di elettronica potranno promuovere i loro prodotti. «È bene ricordare che la finalità principale del progetto non è la sola vendita on-line – oltretutto non applicabile per molte aziende – ma soprattutto creare uno spazio virtuale cittadino dove ogni attività commerciale potrà mettersi in mostra al fine di rendere più visibili prodotti e servizi e incrementare quindi le vendite – ha spiegato il vice sindaco -. È infine prevista anche una app per completare il progetto nonostante crediamo che questa rappresenti una aggiunta “marginale” dato che la vendita e-commerce comporta diverse problematiche da affrontare come quelle logistiche, pagamenti online oltre a vari aspetti legali. Inoltre richiedono tempi di realizzazione ben superiori di quelli a nostra disposizione in quanto vogliamo rendere fruibile questo nuovo servizio quanto prima, tanto che abbiamo già tecnicamente predisposto un modulo on-line per raccogliere le adesioni dei commercianti».

«Siamo certi che ben oltre 200 attività aderiranno a questa iniziativa anche solo per avere una semplice vetrina con riferimenti che rimanda al proprio sito web o ai canali social. Credo – ha concluso Luconi – che sia importante accogliere l’invito del sindaco per dar vita a un team che condivida un’unità di intenti per aiutare comparti commerciali in grande difficoltà».