Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Droga e misure di prevenzione violate, due arresti e una denuncia nel Maceratese

A Fiuminata trovato un giovane con 10 grammi di marijuana. A Monte San Giusto a un italiano di origine marocchina è diventata definitiva la pena per detenzione, in concorso con altri, di 225 chili di hashish

MACERATA – Marijuana, hashish e misure di prevenzione violate, due arresti e una denuncia in provincia di Macerata. Proseguono i controlli del territorio da parte dei carabinieri del comando provinciale che, impegnati in servizi finalizzati a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno denunciato per detenzione ai fini di spaccio di marijuana un giovane disoccupato italiano. A individuarlo i militari della stazione di Fiuminata che, dopo averlo sottoposto a perquisizione personale e domiciliare, lo hanno trovato in possesso di 10 grammi di marijuana.

I carabinieri della stazione di Monte San Giusto, invece, hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio esecuzioni penali della procura della Repubblica presso il tribunale di Macerata, nei confronti di un italiano di origini marocchine già arrestato nel 2018 per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio – l’attività condotta dai carabinieri del Reparto operativo provinciale portò al sequestro di 225 chili di hashish –. Il giovane è stato condannato in via definitiva a tre anni e otto mesi di reclusione dei quali tre anni e sei giorni ancora da espiare.

A Civitanova, inoltre, i carabinieri della locale stazione hanno rintracciato e arrestato un italiano destinatario di un ordine di esecuzione della misura carceraria emesso dalla procura della Repubblica presso il tribunale di Macerata, dopo che gli sono state unificate pene concorrenti relative a reiterate violazioni delle misure di prevenzione per una pena definitiva di otto mesi di reclusione.