Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Macerata, diminuiscono contagi e quarantene nelle scuole. Dalla prossima settimana vaccini anche in farmacia

È quanto emerge dalla riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è tenuta in prefettura

Flavio Ferdani, prefetto di Macerata

MACERATA – Meno contagi e meno quarantene nelle scuole, andamento delle vaccinazioni positivo e dalla prossima settimana è prevista la somministrazione anche nelle farmacie. È quanto emerso dalla riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è tenuta questa mattina in prefettura a Macerata alla presenza, oltre ai vertici delle forze dell’ordine provinciali, dei sindaci dei Comuni di Macerata, Civitanova e Porto Recanati, del direttore del dipartimento di prevenzione dell’Asur-Area Vasta 3 e del prefetto Flavio Ferdani (in foto).

All’ordine del giorno, innanzitutto, c’era l’esame congiunto dell’andamento della pandemia da Covid-19 per il quale l’autorità sanitaria ha fornito un quadro generale di miglioramento, sia nel numero di contagi che nell’esigenza di posti letto per malati Covid-19 nei reparti di terapia intensiva, semi-intensiva e di malattie infettive, con una conseguente ulteriore riattivazione dei servizi ospedalieri ordinari. Da quanto emerso anche la vaccinazione della popolazione prosegue bene, secondo le pianificazioni nazionale e regionale, con una fornitura di dosi più regolare e già dalla prossima settimana si prevede di rendere operativa anche la somministrazione nelle farmacie. Sul fronte scolastico, poi, solo otto classi devono ancora concludere la quarantena precauzionale.

Sotto il profilo dei controlli è stata confermata l’efficacia del dispositivo di vigilanza e prevenzione attuato nelle ultime settimane, con particolare attenzione ai fine settimana e ai luoghi più frequentati dalla popolazione locale e dai turisti, in relazione alle graduali riaperture disposte a livello nazionale per gli spostamenti delle persone, le attività commerciali ed i pubblici esercizi. Al riguardo il prefetto Ferdani ha avuto modo di sottolineare come si stiano «raccogliendo i frutti della forte collaborazione instaurata a livello istituzionale con i Comuni della provincia, dell’intensa attività di prevenzione messa in campo dalle forze dell’ordine e dalle polizie locali e del senso di responsabilità della cittadinanza che, in gran parte, ha compreso l’importanza di mantenere, anche in una situazione più favorevole, comportamenti prudenti e rispettosi delle prescrizioni».

Il Comitato ha quindi disposto la prosecuzione di mirati controlli di vigilanza e prevenzione sul rispetto delle misure di contenimento della pandemia in vigore, con la partecipazione delle polizie locali, con particolare attenzione alle località maggiormente interessate dall’affluenza turistica e dalle frequentazioni serali dei giovani. A tal riguardo è stata anche affrontata, alla luce di un recente episodio avvenuto nel comune di Porto Recanati, la tematica delle risse tra gruppi di ragazzi che traggono origine da contesti di assembramento e frequentemente si accompagnano a casi di abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti e comportamenti incivili di imbrattamento di luoghi pubblici. È stato ritenuto necessario intervenire intensificando l’attività di vigilanza nei luoghi – piazze, cittadine e vicoli – individuati come punti di ritrovo dei gruppi, sia attraverso l’impiego dei sistemi di videosorveglianza sia con specifici servizi straordinari di controllo del territorio da parte delle forze dell’ordine che saranno attuati a supporto dell’attività di prevenzione condotta dalla polizia locale. Questa modalità operativa, che sarà applicata fin dal prossimo fine settimana a Porto Recanati, potrà essere riprodotta nei diversi comuni in cui si evidenziassero problematiche analoghe, nel contesto più generale di attenzione all’area costiera della provincia che nella stagione turistica estiva diviene ancora più attrattiva per le frequentazioni serali dei giovani.