Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Da mille a cento patenti ritirate in un anno: a Macerata controlli serrati contro le stragi del sabato sera

A illustrare il dato degli ultimi dodici mesi sono stati il Questore di Macerata Antonio Pignataro e il dirigente della Polizia Stradale Tommaso Vecchio

Il questore di Macerata Antonio Pignataro

MACERATA – A permettere l’importante raggiungimento che si inserisce nelle attività di controllo e monitoraggio delle stragi del sabato sera è stato l’aumento esponenziale dei controlli messi in campo dagli uomini della Polizia, guidati dal Questore Antonio Pignataro e di quelli della Stradale, coordinati dal Comandante Tommaso Vecchio.

Il dirigente della Polizia Stradale di Macerata Tommaso Vecchio

Circa un anno fa infatti in provincia di Macerata le patenti ritirate erano circa mille e tantissimi gli incidenti stradali rilevati soprattutto nelle prime ore del mattino, in particolare durante il week-end, quando i giovani tornavano a casa dopo una serata in un locale notturno e, in alcuni casi, sotto l’effetto di sostanze alcoliche o addirittura di stupefacenti.

La statistica quest’anno parla invece di circa 100 provvedimenti relativi al ritiro delle patenti e questo raggiungimento si deve al fatto che i controlli sono aumentati in maniera esponenziale. «Il messaggio di controllo da parte della Polizia è stato completamente recepito dai giovani, la maggior parte dei quali si riconosce e si identifica nella Polizia di Stato, individuando negli operatori dei paladini che mirano a tutelare la comunità e che hanno dato ai loro genitori una sicurezza e una tranquillità senza precedenti» ha tenuto a sottolineare il questore Antonio Pignataro, soddisfatto per l’importante risultato.

«Alla luce del raggiungimento di questi risultati gli stessi genitori hanno esplicitato la loro massima soddisfazione ritenendo esemplare la risposta che lo Stato ha dato nell’affrontare la tragica e complicata problematica della guida in stato di ebrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti – ha spiegato il questore -. L’attività finora svolta ha determinato un punto di rottura rispetto al passato e ha permesso di assicurare i massimi risultati conseguibili con la gratitudine dell’intera comunità per il lavoro svolto; risultati che vanno consolidati e incrementati per dare fiducia incondizionata ai cittadini e la massima percezione di sicurezza».

Il dirigente medico Fabio Frascarelli Gervasi

I controlli dunque, ai quali prende parte anche il dirigente medico della Polizia di Stato il dottor Fabio Frascarelli Gervasi, continueranno anche nei prossimi mesi estivi quando il litorale maceratese diventerà teatro della movida per molti giovani. I controlli della Polizia proseguiranno anche per sensibilizzare e, nell’eventualità sanzionare, in merito alle disposizioni anti-contagio.

«L’impegno profuso ha permesso non solo di contenere, relativamente all’area di interesse, la diffusione del virus, ma l’analisi dei risultati conseguiti effettuata alla riapertura dei locali ha evidenziato come, contrariamente alle aspettative ipotizzate, i casi di guida in stato di ebrezza sono rimasti contenuti e, se rapportati allo stesso periodo dello scorso anno, gli stessi risultano notevolmente diminuiti se non totalmente azzerati in determinati weekend» ha concluso il Questore Pignataro.