Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Blitz al mercato settimanale: sequestrati 2500 articoli di bigiotteria non a norma

L'operazione è stata portata a termine dai finanzieri di Porto Recanati. Il venditore ambulante rischia fino a 26mila euro di sanzioni

Gli articoli sequestrati dalla Guardia di Finanza di Porto Recanati

PORTO RECANATI – Blitz al mercato settimanale di Porto Recanati: sequestrati 2500 articoli non conformi a un venditore ambulante. L’operazione, volta al contrasto del commercio di prodotti recanti marchi contraffatti e comunque insicuri per la salute pubblica, è stata portata a termine dalle Fiamme Gialle della città costiera.

La pattuglia della Guardia di Finanza ha individuato un venditore ambulante extracomunitario che stava vendendo numerosi articoli di bigiotteria. I finanzieri, dopo aver accuratamente analizzato i prodotti, ne hanno individuati 2500 non conformi alla normativa prevista dal Codice del Consumo. Tutti gli articoli sono stati sequestrati e il venditore è stato segnalato alla Camera di Commercio per l’adozione di provvedimenti amministrativi: va incontro a sanzioni che possono arrivare fino a 26mila euro.

I fenomeni della contraffazione e dell’abusivismo commerciale sono moltiplicatori di illegalità: parallelamente, alimentano i circuiti sommersi del lavoro nero, dell’immigrazione clandestina, dell’evasione fiscale e contributiva, del riciclaggio e di altri gravi illeciti. Chi compra merce contraffatta, oltre a commettere un illecito, mette a rischio la propria salute, poiché tali prodotti spesso non rispettano gli standard di sicurezza richiesti dalla normativa. In tutto ciò si aggiunge la tutela del Made in Italy e di coloro che operano nel rispetto delle leggi.