Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Covid-19, 15 casi positivi e 7 negativizzati all’Hotel House di Porto Recanati

Il sindaco Roberto Mozzicafreddo ha spiegato che la «situazione è sotto controllo e va verso la fase del miglioramento». I tamponi a tappeto erano iniziati lo scorso 18 giugno

La prima giornata di tamponi all'Hotel House

PORTO RECANATI – Sono 15 le persone positive al Covid-19 che risiedono all’Hotel House di Porto Recanati mentre 7 i contagiati che si sono negativizzati. Lo ha riferito il sindaco della città costiera Roberto Mozzicafreddo dopo la videoconferenza con il Gores avuta questo pomeriggio.

«Una situazione sotto controllo che va verso la fase del miglioramento – ha commentato il primo cittadino -. A fronte di 1068 tamponi complessivamente eseguiti e refertati all’Hotel House al momento sono 15 le persone positive e 7 quelle negative; il percorso di monitoraggio continua con tre interventi settimanali da parte dei dipendenti dell’Asur per i tamponi di verifica». Il palazzone multietnico inoltre è costantemente presidiato dalle forze dell’ordine per garantire il rispetto di tutte le norme necessarie e per il controllo di tutti gli ingressi.

Molti altri residenti dell’Hotel House hanno inoltre effettuato privatamente il test perché per motivi di lavoro avevano necessità di una risposta immediata. «Molti, pur residenti, sono di fatto all’estero da mesi – ha aggiunto il sindaco -. I residenti sono 1.309 e, grazie ai controlli delle forze dell’ordine, sono stati controllati anche coloro che sono arrivati (pochi) per l’estate».

All’interno del condominio di Porto Recanati tutti i casi positivi e i relativi contatti sono stati opportunamente istruiti con il supporto dei mediatori culturali sulle modalità di gestione dell’isolamento domiciliare, sull’ingienizzazione dell’ambiente e sui comportamenti anti Covid. Tutte le unità abitative dove sono presenti persone positive al Covid-19 sono state mappate ed è stato distribuito dell’apposito materiale informativo sull’importanza dello screening tradotto nelle diverse lingue dei residenti.

Inoltre i contatti stretti emersi durante le attività di mappatura sono stati messi in quarantena e sottoposti al test sierologico; l’autorità comunale, con il supporto dei mediatori, sta verificando l’effettivo rispetto dell’isolamento domiciliare.

LEGGI ANCHE: Porto Recanati, iniziati i tamponi a tappeto all’Hotel House. Il sindaco: «Ottima collaborazione»

Lo scorso 18 giugno erano iniziati i tamponi all’interno del palazzone multietnico di Porto Recanati dopo che cinque giorni prima erano emersi i due primi positivi al Covid-19. In un’attività sinergica di prevenzione e di mappatura – che ha visto in campo il comune, la prefettura, la Protezione Civile regionale, l’Area Vasta e le forze dell’ordine – è stato possibile, in poco meno di un mese, avere un quadro chiaro della situazione che è, al momento, sotto controllo.