Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Covid-19, positivo il sindaco di Treia Franco Capponi

Oggi il Servizio Sanità della Regione Marche ha registrato 53 nuovi casi in Provincia di Macerata. Positiva anche la presidente della Croce Rossa Del Balzo Ruiti

covid-19, contagi, coronavirus, tamponi, test sierologici, pandemia

Positivo al Covid-19 il sindaco di Treia ed ex presidente della Provincia di Macerata Franco Capponi. Sta bene e si trova in isolamento presso la propria abitazione. Partita la mappatura su tutte le persone che sono entrate in contatto con lui. Oggi il Servizio Sanità della Regione Marche ha registrato 53 nuovi casi in Provincia.

Il sindaco Capponi si è sottoposto al tampone lunedì – 19 ottobre – e nella tarda serata ha ricevuto l’esito positivo. «Ho fatto il tampone perché domenica una dipendente del Comune (che ha lavorato fino a martedì 13) è risultata positiva al virus – ha spiegato il sindaco -. Non ho particolati sintomi se non spossatezza, mal di testa e mal di gola e sono in isolamento nella mia abitazione».

Ieri si sono sottoposti al tampone tutti gli amministratori treiesi entrati in contatto negli ultimi giorni con il sindaco Capponi. Questa mattina la sede comunale ha riaperto (sempre su appuntamento) dopo che ieri e lunedì si è preceduto alle sanificazioni. A Treia è stato anche riattivato il servizio di assistenza per le famiglie in merito alla consegna di farmaci e alimenti.

È risultata positiva al Covid-19 anche la presidente della Croce Rossa e della Fondazione Carima Rosaria Del Balzo Ruiti. Anche lei sta bene e si trova in isolamento presso la propria abitazione dove si è messa in auto-quarantena la scorsa settimana quando non si era sentita molto bene e aveva dei sintomi che potevano essere riconducibili a un’influenza. Il tampone però ha dato poi esito positivo.

Al momento, nel Maceratese, sono 1593 le persone che si trovano in isolamento; di queste 242 presentano sintomi mentre 32 sono operatori sanitari. Ieri il Servizio Sanità della Regione Marche ha registrato anche un ricovero nel reparto di terapia sub-intensiva dell’ospedale di Macerata mentre salgono a due i ricoveri presso il pronto soccorso del nosocomio di Civitanova.