Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Forze dell’ordine rendono omaggio al personale sanitario, il questore Pignataro: «Solidarietà e vicinanza»

Davanti agli ospedali di Macerata, Civitanova, Camerino e alla clinica Villa dei Pini sono risuonate le note dell'Inno di Mameli per gli operatori in prima linea contro il Covid-19

Il questore Antonio Pignataro con i rappresentanti delle forze dell'ordine davanti all'ospedale di Camerino

«Il nostro pensiero va ai 131 medici e agli oltre 30 infermieri che sono deceduti combattendo questa terribile malattia». Sono le parole che il questore di Macerata Antonio Pignataro ha rivolto agli operatori sanitari.

Questa mattina infatti i rappresentanti delle forze dell’ordine, insieme ai sindaci del territorio e ai vigili del fuoco, si sono recati negli ospedali di Macerata, Civitanova, nella clinica Villa del Pini e a Camerino per rendere nuovamente onore ai medici e al personale sanitario in prima linea contro la lotta al Covid-19.

Durante l’iniziativa della questura di Macerata, denominata “Forza e Coraggio”, voluta di concerto con il prefetto Iolanda Rolli, le note dell’Inno di Mameli hanno risuonato ancora una volta davanti ai nosocomi della provincia.

Le forze dell’ordine davanti all’ospedale di Camerino

«Come forze dell’ordine abbiamo il dovere di dare solidarietà, sostegno e vicinanza ai medici e al personale sanitario che in questo momento delicatissimo per il nostro Paese, stanno mettendo seriamente in pericolo la propria vita per salvare quella degli altri – ha detto il questore Pignataro -. Il nostro pensiero e il nostro riconoscimento non può che andare ai 131 medici e agli oltre 30 infermieri che sono deceduti fino a ora combattendo contro questa terribile malattia nel tentativo di salvare vite umane spesso anziane e sole. In questo periodo, oltre che per il grande lavoro che stanno svolgendo, le forze dell’ordine saranno ricordate nel tempo anche per aver contribuito, con semplici gesti che sorgono dalla nostra anima, ad infondere coraggio, vicinanza e solidarietà ai nostri eroi medici e a tutti gli operatori che lavorano negli ospedali. Un caro e forte abbraccio a tutti voi – ha concluso il questore rivolgendosi al personale sanitario – e grazie per quello che riuscite a fare, come in ogni occasione ripete il capo della Polizia, con disciplina e onore».

L’iniziativa verrà ripetuta fino alla fine dell’emergenza.

Le forze dell’ordine davanti all’ospedale di Camerino