Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Confartigianato Macerata sullo stop nei weekend ai lavori sull’autostrada A14: «Cantieri e disagi andranno avanti per settimane»

Il presidente Pepa: «Sarebbe stato auspicabile avere un po’ di pazienza, per ritrovarci a luglio con le nuove gallerie inaugurate. Bene accelerare sulla terza corsia»

MACERATA – «Lo stop ai lavori sull’A14 nei fine settimana preoccupa i trasportatori, categoria che rappresenta il primo utente delle autostrade. L’allentamento dei disagi nei fine settimana appare come una boccata d’ossigeno per i cittadini, ma rischia invece di prolungare l’agonia di tutti. E in special modo quella di chi lavora utilizzando proprio la rete autostradale». A lanciare l’allarme sulla situazione della rete autostradale è Emanuele Pepa, presidente interprovinciale del settore trasporti di Confartigianato Macerata-Ascoli-Fermo, che vede nello stop ai lavori previsto per i fine settimana estivi un allungamento dei tempi dei cantieri, con ripercussioni sulle aziende.

Emanuele Pepa, presidente interprovinciale del settore trasporti di Confartigianato Macerata-Ascoli-Fermo

«La conclusione dei cantieri estivi nelle gallerie era stata programmata per il 30 giugno, ma la nuova ordinanza che prevede il blocco nei weekend comporterà giocoforza dei ritardi. I lavori dovrebbero protrarsi almeno fino al 9 luglio, ma temiamo possibili e nuovi rinvii – aggiunge Pepa -. Questo blocco è stato annunciato per favorire spostamenti e presenza turistica nei sabato e domenica e ciò potrebbe anche essere accolto con ottimismo: ma è altrettanto vero che non ci troviamo ancora in piena stagione balneare e i flussi turistici stessi sono ora limitati. Sarebbe allora stato più auspicabile avere un po’ di ulteriore pazienza, per ritrovarci ai primi di luglio con le nuove gallerie già belle che inaugurate. Insomma, il blocco, in prospettiva, non porta eccessivi giovamenti al turismo stagionale e complica la vita dei trasportatori».

La riduzione del costo del pedaggio «è una misura apprezzabile – continua Pepa – ma visto il perpetuarsi delle nostre problematiche sarebbe stato il caso di concedere un’esenzione totale per la categoria nel tratto marchigiano. Confidiamo in una revisione. In questo scenario, ringraziamo la Regione e l’assessore Francesco Baldelli per l’impegno e la mediazione con Autostrade per l’Italia: mai come in questo momento l’ente regionale è vicino alle esigenze del territorio e sta intavolando trattative per risolvere le annose questioni infrastrutturali delle Marche. Apprezziamo infatti i passi avanti che si stanno facendo in ottica terza corsia, con Confartigianato che continuerà a sostenere l’intervento: la terza corsia dell’A14 è l’unica strada percorribile per far davvero crescere la qualità dei nostri territori».