Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Cocaina e hashish pronti per lo spaccio, albanese arrestato a Civitanova

Il 55enne è da diversi anni residente in città: dopo essere stato fermato a Loreto, con 20 grammi stupefacente nell'auto, dalle perquisizioni nella sua abitazione e in un casolare sono saltati fuori altra droga e 3 mila e 500 euro in contanti

Parte dello stupefacente sequestrato

CIVITANOVA- Nella tarda serata di sabato 30 ottobre scorso i carabinieri dell’Aliquota Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Civitanova Marche, diretti dal Sottotenente Alfredo Russo, durante specifico servizio di pedinamento svolto nell’ambito di dispositivo antidroga, hanno seguito e definitivamente fermato in una zona periferica del comune di Loreto (AN) una utilitaria condotta da I.C., un cittadino albanese di 55 anni da diversi anni residente a Civitanova Marche.

L’insolito orario e le contraddittorie giustificazioni addotte circa la sua presenza in località isolata lasciavano presupporre avesse un appuntamento con qualcuno, infatti, gli approfondimenti investigativi e la perquisizione, consentivano recuperare nel portaoggetti del suo veicolo un involucro contenente venti grammi di cocaina. L’attività di ricerca è stata quindi estesa alla sua abitazione in Civitanova Marche, dove veniva sequestrata la somma in contanti di 3.500 euro in banconote di vario taglio, ritenuta il provento dell’illecita attività spaccio atteso che l’interessato non risulta svolgere alcuna attività lavorativa. Mentre, l’ulteriore perquisizione presso un casolare di cui l’uomo aveva la disponibilità certa, ha permesso il rinvenimento nell’immediatezza di ulteriori 200 grammi di cocaina, oltre ad un chilogrammo di hashish suddiviso in dieci distinti panetti, emersi all’esito di puntuali verifiche operate alla luce del sole nella mattinata di ieri.

La cocaina e il contante sequestrati

L’uomo è stato tratto in arresto per il delitto di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e trasferito presso la casa circondariale di Ancona Montacuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Macerata in attesa dell’udienza di convalida, ove sarà difeso dall’Avv. Galeazzi del Foro di Ancona, le sostanze stupefacenti (cocaina ed hashish) sono state sottoposte a sequestro e depositate presso l’ufficio corpi di reato del Tribunale di Macerata.

Nel pomeriggio di ieri 1 novembre, inoltre, i militari  hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Macerata un quarantaduenne osimano, fermato per un controllo alla circolazione stradale a bordo di Renault Clio a Porto Recanati e trovato in possesso di 25 grammi di stupefacente del tipo hashish, ovviamente sottoposta a sequestro.