Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Civitanova, taglio del nastro per “Joine”: è il primo store dedicato alla mobilità elettrica sostenibile nelle Marche – VIDEO

Nello store di via Cristoforo Colombo si può scegliere tra una vasta gamma di veicoli elettrici, minicar, e-bike, scooter e monopattini. Il titolare Alessandro Menchi: «Qui tutti i veicoli elettrici adatti per la mobilità di prossimità»

Inaugurato a Civitanova il primo store delle Marche interamente dedicato alla mobilità elettrica sostenibile. Si chiama “Joine”

CIVITANOVA – È il primo store della regione Marche interamente dedicato alla mobilità elettrica sostenibile. Si chiama “Joine” ed è stato inaugurato domenica 15 maggio in via Cristoforo Colombo a Civitanova, nel corso di una cerimonia molto smart. “Joine” è il futuro, che guarda alla sostenibilità ambientale, alla novità e alle persone. Ma è anche il futuro di un importante gruppo imprenditoriale, quello della famiglia Menchi, il cui impegno dal 1921 storicamente profuso nella concessionaria di famiglia a Macerata, ora si fonde in un progetto che pone le persone al centro del processo di cambiamento, verso stili di vita ecologici per il futuro del pianeta. «Nel Joine store si possono trovare tutti i veicoli elettrici adatti per la mobilità di prossimità – spiega il titolare Alessandro Menchi – dal monopattino, alla biciletta con pedalata assistita, motorini elettrici 50 e 125cc, quadricicli leggeri L6 e quadricicli pesanti. Quello che conta è far muovere le persone, quindi dare la possibilità alle persone di potersi muovere; ora che la tecnologia ci permette di avere tutta la mobilità di prossimità completamente elettrica, che tra l’altro è la cosa migliore, ci ha permesso di investire nell’innovazione».

Il titolare della concessionaria Joine, Alessandro Menchi


Nello store di via Cristoforo Colombo si può scegliere tra una vasta gamma di veicoli elettrici, minicar, e-bike, scooter e monopattini. Tutti rigorosamente elettrici: la mobilità elettrica (o e-mobility) utilizza l’energia elettrica come principale fonte di alimentazione, eliminando l’utilizzo di combustibili fossili e oli, fonte principale di anidride carbonica dei mezzi di trasporto tradizionali. Un taglio all’inquinamento e ai consumi, perché elettrico è sostenibile, ma anche innovativo, funzionale, di design e accessibile a tutti.


Pensa di aver raggiunto, con questo innovativo progetto, quell’intuizione visionaria sul futuro dell’auto che nel 1921 mosse suo nonno Ansovino?
«Cento anni di attività sono oneri e onori – conclude Alessandro Menchi – crediamo di aver toccato il momento più alto per le soluzioni di mobilità, visto che come azienda andiamo dal monopattino allo scooter alla macchina e al veicolo commerciale, quindi sul mercato siamo presenti a tutto campo…spero che il nonno sia soddisfatto!».

Il video

All’inaugurazione si respirava grande entusiasmo di partner e collaboratori pronti ad assistere a questa trasformazione dell’azienda, che dopo 30 anni continua il suo processo di evoluzione grazie a investimenti strutturali, l’utilizzo di materiali di prestigio e tecnologicamente avanzati nell’ottica del risparmio energetico. L’innovazione era quella scintilla che nel 1921 trasformò la passione della famiglia Menchi per le auto in lavoro e che ancora oggi è caratteristica imprescindibile di ogni nuovo progetto.