Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Civitanova, sabato una manifestazione per Alika Ogochukwu. Ciarapica: «Non accettiamo le strumentalizzazioni»

A parlare è il primo cittadino di Civitanova fa il punto sulla manifestazione che si terrà in città sabato per ricordare l’ambulante nigeriano Alika Ogochukwu, ucciso lo scorso venerdì dal 32enne Filippo Claudio Giuseppe Ferlazzo

«In considerazione della delicatezza del momento che la nostra comunità sta attraversando la politica vuole porre la massima attenzione affinché non emergano strumentalizzazioni di alcun tipo legate al tragico fatto del 29 luglio. Le autorità competenti stanno lavorando per programmare lo svolgimento in sicurezza del corteo di solidarietà, che nasce per essere un momento di lutto e condivisione, di pace e vicinanza alla comunità nigeriana, per essere espressione dei valori di tolleranza e di pacifica convivenza». A parlare è il primo cittadino di Civitanova, Fabrizio Ciarapica che fa il punto sulla manifestazione che si terrà in città sabato per ricordare l’ambulante nigeriano Alika Ogochukwu, ucciso lo scorso venerdì dal trentaduenne Filippo Claudio Giuseppe Ferlazzo.

Dell’iniziativa si è discusso martedì mattina, alla riunione del comitato per l’ordine e la sicurezza, tenutasi in Prefettura a Macerata. Al summit erano presenti, oltre a Ciarapica e al prefetto Flavio Ferdani, anche il sindaco di San Severino Rosa Piermattei e il presidente della Provincia Sandro Parcaroli.

Il sindaco

«Sarà un coro unanime di pace contro la violenza – prosegue Ciarapica – e di vicinanza alla famiglia della vittima e alla comunità, rimarca il Primo cittadino, questo è l’unico messaggio che vogliamo veicolare da Civitanova e rivolgere a tutti. Non si usi l’essere contro per strumentalizzare i fatti: quanto accaduto ci insegni il valore dell’essere per, l’importanza dell’esserci per l’altro. Per questo, insieme a tutte le forze politiche di maggioranza e di minoranza abbiamo concordato anche di avviare un programma di lavori con momenti formativi contro ogni violenza da condividere nelle scuole e nelle famiglie. Non agiamo solo in vista di ora, ma pensiamo agli anni futuri. A chiusura del dialogo politico che si è svolto oggi, voglio esprimere il mio ringraziamento a tutti gli esponenti del Consiglio comunale. C’è stato un bel momento di condivisione per rimarcare quanto la politica debba avere un ruolo di responsabilità, soprattutto in momenti come questo, e debba dare l’esempio non solo condannando il gesto, ma lavorando, unita, alla costruzione della pacifica convivenza. Sono quotidianamente in contatto con il Prefetto per organizzare la logistica e il piano sicurezza del corteo. I dettagli della manifestazione verranno resi noti non appena le autorità competenti avranno definito ogni aspetto e quindi ne daremo notizia a tempo debito».

La comunità

La manifestazione vedrà la folta partecipazione della comunità nigeriana: «Stanno aderendo all’iniziativa i nigeriani di tutta Italia – spiega Nelson Ogbonna, referente della comunità nigeriana di San Severino – saremo più di 500. Arriveranno connazionali da Roma, Torino, Pescara e altri. Ci organizzeremo indossando magliette con colori diversi. La famiglia di Alika indosserà magliette nere, i nostri leader bianche e tutti gli altri verde. Verde e bianco sono i colori della Nigeria. Il corteo sarà anche per chiedere giustizia per tutte le persone che muoiono senza motivo».

L’ordinanza

Intanto, l’ufficio commercio ha pubblicato l’ordinanza relativa al mercato del sabato in piazza XX settembre: gli ambulanti dovranno cessare la loro attività con un po’ di anticipo, vale a dire di alle 12.30 per rendere più agevole il lavoro di pulizia degli addetti del Cosmari.

La raccolta

Stamani, il presidente del Consiglio Fausto Troiani ha convocato la conferenza dei capigruppo consiliari per comunicazioni urgenti da parte del sindaco a tutte le forze politiche relative alla manifestazione in programma. Nella sala giunta di palazzo Sforza erano presenti i consiglieri: Roberto Tiberi per Fratelli d’Italia su delega di Roberto Pantella, Pierpaolo Turchi per Civitanova Unica, Pierluigi Capozucca per Vince Civitanova, Piero Croia per Forza Italia, Giorgio Pollastrelli per Lega Salvini, Francesco Micucci per Partito Democratico, Roberto Mancini per Dipende da Noi, Mirella Paglialunga per Mirella Paglialunga per Civitanova Marche, Letizia Murri per Ascoltiamo la Città, Piero Gismondi per La Nuova Città, Lavinia Bianchi per Siamo Civitanova. Il Comune, con una delibera, ha dato il via alla raccolta fondi in favore di Alika: si potrà versare un contributo al seguente IBAN: IT 84X 03069 68873 100000 300021 , con causale: ‘Raccolta fondi sostegno famiglia Alika’.