Scooter elettrici Civitanova Marche MENCHI
Scooter elettrici Civitanova Marche MENCHI
Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Garden Europa Azienda Florovivaistica
Garden Europa Azienda Florovivaistica

Civitanova, saldi a rilento. «Le gente ha timore di aumenti e caro benzina»

Debora Pennesi, presidente dell'associazione dei commercianti del centro di Civitanova: «Ancora non si vede quella ressa degli anni passati, speriamo che le cose migliorino nei prossimi giorni»

CIVITANOVA MARCHE- «I saldi? Ancora a rilento, la gente è impaurita dai rincari». Parole di Debora Pennesi, presidente dell’associazione dei commercianti civitanovesi ‘Centriamo, che fa il punto sull’andamento dei saldi invernali, iniziati lo scorso 5 gennaio.

Il punto

Tra le boutiques di corso Umberto I, corso Dalmazia e via Duca degli Abruzzi le offerte non mancano. E così, sulle vetrine dei negozi, le scritte riportano i vari sconti: si va dal 20 al 70%,  con la speranza di attrarre qualche cliente di passaggio. «Ancora non si vede quella ressa degli anni passati – dice Debora Pennesi -, speriamo che le cose migliorino nei prossimi giorni. In settimana, il corso è deserto – confessa poi – , con la situazione che si fa più viva soltanto nel weekend».

Debora Pennesi

Non si può certo incolpare il maltempo e le temperature rigide, dato che nulla di ciò si è verificato fin d’ora. Sembra invece che il motivo sia da ricercare nel caro vita: costo della benzina alle stelle, il carrello della spesa che fa registrare prezzi sempre più alti e le bollette salate sono gli elementi che più preoccupano i consumatori. «Le maggiorazioni dei prezzi mettono le persone in allerta – spiega poi -: la gente è restia a spendere perché ha paura dell’imprevisto, di nuovi salassi. E poi c’è la tegola del caro benzina». Anche le festività natalizie sembra non siano andate a gonfie vele per gli esercenti del centro di Civitanova. «L’isola pedonale organizzata il giorno dell’Epifania ci ha penalizzato», lamenta poi Pennesi. L’iniziativa del Comune, organizzata lo scorso 6 gennaio, consistette in alcuni spettacoli divertenti: anticipata da tre artisti di strada, la vecchietta si calò con una fune da palazzo Sforza, mentre un’altra Befana girò tra le principali vie del centro cittadino, a bordo di un carro allegorico. Si registrò il pienone, con i più piccoli incantati dallo show, tuttavia alcune arterie furono chiuse al traffico per permettere il passaggio del carro.

Più positivo, invece, il bilancio di Natale e San Silvestro, ma anche qui non si fanno i salti di gioia. «Il movimento c’è stato ma in termini di affari, si è trattato dei soliti regaletti –  dichiara Debora Pennesi -, non di certo di spese stratosferiche. Si è venduto, per carità, ma non è stato ciò che uno si aspettava». Tuttavia un dato positivo va comunque sottolineato: «Un piccolo calo delle presenze, quest’anno, è dovuto – riflette poi la numero uno di ‘Centriamo ‘ – al fatto che tanti civitanovesi sono partiti per le vacanze. A mio avviso ci sono state molte partenze in più rispetto all’anno scorso, per via del migliore andamento della pandemia».

Gradara d'Amare