Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Civitanova, movimenti sospetti nel condominio: pusher e cliente nei guai

Il fiuto infallibile dell'Unità cinofila ha permesso di rinvenire la droga. Deferito anche un 26enne di Montecosaro che aveva addosso dell'hashish

La droga e i contanti sequestrati dalla Guardia di Finanza di Civitanova

CIVITANOVA – Trovati con hashish e contanti: nei guai pusher e cliente. A insospettire i finanzieri della Compagnia di Civitanova sono stati alcuni strani movimenti di persone e mezzi che avvenivano nei pressi di un condominio della città. Le Fiamme Gialle hanno quindi individuato un 22enne di Civitanova, disoccupato e residente nella palazzina, e hanno proceduto a una perquisizione.

Con l’ausilio dell’Unità Cinofila, i militari hanno trovato, nascosti in un mobile, due pezzi di hashish di 35 grammi e oltre 1.440 euro in contanti. La droga e il denaro sono stati prontamente sequestrati.

L’attività di indagine ha permesso anche di individuare un secondo soggetto, anche lui 22enne e residente nella città costiera, impiegato nell’ambito della ristorazione, che qualche minuto prima si era recato nell’abitazione del coetaneo; il giovane è stato trovato con 12 grammi di hashish e due spinelli.

Il pusher è stato denunciato a piede libero per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio mentre il cliente è stato segnalato alla prefettura per uso personale. Quest’ultimo è stato anche sanzionato perché uscito dalla propria abitazione senza un valido motivo.

La Guardia di Finanza di Civitanova, coordinata dal capitano Tiziano Padua, ha anche fermato nella città rivierasca anche un 26enne di Montecosaro che ha dichiarato di essere uscito per fare spesa. I militari però hanno rinvenuto addosso al giovane una piccola quantità di hashish e la perquisizione domiciliare ha permesso di sequestrate 7 grammi della stessa sostanza. Il 26enne è stato quindi deferito a piede libero all’Autorità Giudiziaria.

Le operazioni di servizio si inseriscono nel più ampio dispositivo di controllo del territorio attuato per garantire la precisa osservanza delle prescrizioni disposte nell’emergenza in atto, attualmente impegno primario della Guardia di Finanza, che mira alla salvaguardia della salute dei cittadini.