Macerata

Civitanova, ‘I concerti nel chiostro’ tornano ad incantare la città alta

Una kermesse storica che torna nelle mura della città alta. I tre appuntamenti con la musica classica si terranno al chiostro di Sant’Agostino nei giorni 3,8 e 10 agosto

Da sin: Emanuele Bizzarri, il maestro Bruno Bizzarri, il vicesindaco Claudio Morresi.

CIVITANOVA MARCHE- ‘I concerti nel chiostro’: una kermesse storica che torna nelle mura della città alta. I tre appuntamenti con la musica classica si terranno al chiostro di Sant’Agostino, in città alta, nei giorni 3,8 e 10 agosto: l’iniziativa è stata presentata in tarda mattinata a palazzo Sforza, alla presenza del suo direttore artistico maestro Bruno Bizzarri, dell’artista Emanuele Bizzarri e del vicesindaco Claudio Morresi. «I Concerti nel Chiostro – ha commentato Morresi – sono ormai una degli appuntamenti tradizionali civitanovesi e qualificano la nostra proposta culturale con un ulteriore tassello di qualità. La rassegna del maestro Bizzarri ha il valore di inserirsi in uno dei luoghi più belli di Civitanova Alta, il Chiostro di Sant’Agostino, diventando un momento caratterizzante per il nostro borgo».

Gli appuntamenti

Nel primo dei tre appuntamenti si esibirà l’artista ucraino ucraino Vasyl Kotys, che comporrà le note di Schubert, Chopin, Liszt e Debussy. Il lunedì seguente, 10 agosto, sarà il turno del ‘Quintetto Bottesini’,  una realtà ormai ben affermata nel panorama nazionale ed internazionale tanto da esibirsi nei più prestigiosi palcoscenici: Bari, Amsterdam, Varsavia, Instanbul e  Rio De Jainero sono soltanto alcuni esempi. Il quintetto di Schubert detto ‘La trota’ ripercorrerà le quattro stagioni di Buenos Aires in una particolare versione dedicata al suo organico. ‹‹I concerti nel Chiostro – le parole del maestro Bruno Bizarri – sono una storia che si consolida, nata ufficialmente nel 1991 ma che ha avuto un lungo preludio già negli anni Ottanta. Siamo partiti nella chiesa di Sant’Agostino, ma ci siamo spostati al Chiostro per la sua bellezza architettonica e per la grande efficienza acustica, notata da tutti i musicisti che negli anni hanno solcato il nostro palco. Quella che stiamo presentando è un’edizione di prestigio: torniamo dopo il duro periodo del Covid e lo facciamo con tre serate di altissima qualità››.

La conclusione

Il pubblico civitanovese avrà occasione di ascoltare il solista Federico Mondelci, nell’ultima serata prevista per mercoledì 10 agosto. Mondelci vanta esperienze in oltre cinquanta orchestre, tra cui l’Orchestra del Teatro della Scala, la New Zealand symphony orchestra e diverse altre realtà importanti. Nella sua performance renderà omaggio ai grandi autori del Novecento, tra cui Gershwin, Morricone, Rota e Bernstein. In caso di maltempo gli appuntamenti si sposteranno nello spazio multimediale della chiesa di San Francesco. I biglietti sono disponibili sul circuito ‘Ciaotickets’ per le prime due serate, ‘Liveticket’ per la serata finale.

Ti potrebbero interessare

Civitanova, albanese ritenuto pericoloso espulso dall’Italia

Giovedì scorso (13 giugno) personale della questura ha accompagnato coattivamente alla frontiera marittima di Ancona, per esodo dal territorio nazionale, un cittadino albanese di 30 anni, in esecuzione di un provvedimento di espulsione dal territorio nazionale emesso dal Prefetto di Macerata