Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Civitanova, un camion di materiali nei centri colpiti dall’alluvione

La raccolta materiali partita da Civitanova è terminata il 22 settembre. Maria Rosa Berdini, presidente della Pro loco, traccia un bilancio molto positivo

I volontari di Protezione civile all'opera per liberare un locale dal fango.

CIVITANOVA MARCHE- «La raccolta? Oltre le aspettative, abbiamo quasi riempito un intero camion». Maria Rosa Berdini, presidente della Pro loco, traccia un bilancio più che positivo di come è andata la raccolta materiali per le popolazioni dei centri marchigiani dall’alluvione. L’iniziativa, promossa oltre che dalla stessa Pro loco, anche dalla Svau (Soccorsi volontari aiuti umanitri, ndr) e dal gruppo ‘Solidarietà’ è partita domenica, con punto di riferimento i locali di via Colombo 324.

Solidarietà dimostrata già al primo giorno, con le famiglie «venute anche da Macerata» aveva spiegato la stessa Berdini. Ma ieri, giovedì 22 settembre, è terminata la raccolta, i prodotti sono stati caricati all’interno del bilico Svau e portati nei luoghi della tragedia. «Non pensavo si potesse attivare una simile gara di solidarietà  – spiega Berdini – tra intimo, tute, prodotti per l’igiene personale e della casa e pacchi di pasta abbiamo quasi riempito il bilico».

All’iniziativa ha collaborato anche «il gruppo sportivo Fontespina 2000 – ricorda – , che ringrazio profondamente. Tra rotoloni, spazzolini e altro, hanno raccolto davvero tanta roba. Perciò li ringrazio con il cuore».  Ma non è finita qui. Il pensiero, infatti, va già alla prossima iniziativa solidale: «Siamo in contatto con un maestro – conclude il numero uno della Pro loco di Civitanova – che lavora in una scuola invasa dall’acqua. Lì, la piena ha rovinato tutto il materiale scolastico dei ragazzi. Perciò, al momento, siamo alla ricerca di penne, matite, quaderni, astucci e zaini da destinare agli alunni».