Macerata

Civitanova, i balneari incontrano l’amministrazione ma resta l’incubo Bolkestein: «Serve una normativa definitiva»

«Serve una normativa chiara in materia», spiega Marco Scarpetta, titolare del Raphael beach. Giornate di colloqui per definire «le attività civiche con quelle degli chalet»

Civitanova (foto Ufficio Turismo Comune di Civitanova)

CIVITANOVA MARCHE- I balneari civitanovesi incontrano l’amministrazione comunale per programmare la stagione futura, ma intanto è forte la preoccupazione per ciò che concerne l’applicazione della direttiva Bolkestein. La notizia della proroga ormai data per certa fino al 31 dicembre 2024, con l’emendamento al Decreto Milleproroghe che dovrà essere votato alla Camera il prossimo 27 febbraio, non ha convinto gli stessi operatori. «Serve una normativa chiara in materia – spiega Marco Scarpetta, titolare del Raphael beach e rappresentante di categoria -, per capire una volta per tutte se sarà applicata o meno la direttiva e a quali condizioni, perché – ricorda – ci sono intere famiglie che si sostengono con queste attività. Finora si è parlato di riconoscere gli investimenti fatti e dicendo, ma nero su bianco non c’è nulla. Per questo urge chiarire una volta per tutte questi aspetti». Ma mentre si parla di Bolkestein, i balneari incontrano il Comune.

Giornate di colloqui per definire «le attività civiche con quelle degli chalet», come spiegato in una nota che porta la firma di Scarpetta con i colleghi Giacomo Mantovani di Arturo, Marusia Ciavattini del Veneziano, Isabella Mantovani di Re sole, Giuseppe Calza del G7, Aldo Ascani dello Shada, Gianni Lorenzetti de ‘La bussola’  «nei giorni scorsi una delegazione ha incontrato sindaco e uffici comunali per discutere l’avvio ufficiale della stagione». Alcuni di loro anche ieri hanno incontrato l’assessore al Turismo Manola Gironacci, a palazzo Sforza. «Causa la Bolkestein i tempi sono foschi per i balneari – recita il contenuto della nota -. Nonostante questo c’è una piena motivazione nel preparare una buona stagione. Il lavoro per la stagione balneare civitanovese è iniziato, siamo certi di poter rinnovare la solita buona collaborazione tra pubblico e privato e di offrire a clienti e turisti, eventi servizi e qualità». Dialoghi con esponenti della Giunta si sono avuti già nelle passate settimane e proprio stamani, 20 febbraio, una delegazione di operatori ha incontrato l’Assessore al turismo Manola Gironacci per fare il punto della situazione e approfondire la conoscenza con la stessa amministratrice, alla sua prima esperienza a palazzo Sforza. L’incontro è stato definito «molto positivo, ricco di collaborazione» dagli stessi partecipanti, ma si è trattato «soltanto di un primo approccio generale, in futuro ci saranno altri incontri, in cui si entrerà più nello specifico delle questioni».

Ti potrebbero interessare

Civitanova, albanese ritenuto pericoloso espulso dall’Italia

Giovedì scorso (13 giugno) personale della questura ha accompagnato coattivamente alla frontiera marittima di Ancona, per esodo dal territorio nazionale, un cittadino albanese di 30 anni, in esecuzione di un provvedimento di espulsione dal territorio nazionale emesso dal Prefetto di Macerata