Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Cingoli, crescono i contagi. Il sindaco chiude le scuole

Firmata l'ordinanza che prevede la sospensione delle lezioni in presenza fino al 6 marzo

Immagine di repertorio

Cingoli – Crescono i contagi a Cingoli e il sindaco Michele Vittori ha deciso di chiudere tutte le scuole da oggi fino a sabato 6 marzo. «Sono perfettamente consapevole dei disagi che tale decisione comporta per i ragazzi e per le rispettive famiglie – spiega il sindaco -, ma a distanza di un anno ormai dovremmo aver tutti chiaro il concetto della prevenzione. Faccio quindi appello alla sensibilità dei cittadini a cui chiedo di comprendere la necessità di queste misure, al fine di evitare problematiche più gravi per noi tutti».

Il sindaco di Cingoli Michele Vittori

Secondo gli ultimi aggiornamenti del bollettino regionale i positivi ieri (mercoledì 24) erano 57, per un totale di 117 persone in quarantena, contro i 44 della scorsa settimana e 85 persone in quarantena. A spingere il sindaco a firmare l’ordinanza anche la vicinanza con diversi Comuni dell’Anconetano da dove provengono sia studenti che insegnanti. «Tenuto conto del numero degli insegnanti, degli operatori scolastici e degli studenti, soprattutto iscritti negli istituti superiori, che quotidianamente devono raggiungere le diverse sedi scolastiche del territorio comunale e che provengono dalle zone della provincia di Ancona dove il contagio è maggiormente esteso – si legge nell’ordinanza – e valutato, quindi, particolarmente elevato il rischio di un’imminente accelerazione della divulgazione del covid anche nel territorio comunale, si ritiene opportuno prevedere la sospensione temporanea delle attività didattiche in presenza in tutti gli istituti scolastici di ogni ordine e grado».