Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Recanatese, visita alla capolista. Giampaolo: «Una finale»

Parla il tecnico dei leopardiani, alla vigilia della sfida sul campo della prima della classe S.N. Notaresco per cercare di riaprire i giochi e la corsa per la Serie C

Federico Giampaolo, tecnico della Recanatese

«Per noi, possiamo dire che si tratta di una finale». Così Federico Giampaolo, tecnico della Recanatese, sulla sfida che attende nel prossimo turno i leopardiani: visita sul suo campo alla capolista S.N. Notaresco, per cercare un colpaccio che, coi giallorossi ora a dieci punti dal primo posto, riaprirebbe i giochi per il vertice a favore di tutte le inseguitrici.

Alla gara contro la prima della classe la Recanatese arriverà portando in dote un bel carico di rabbia dopo l’ultima partita: 1-1 casalingo contro la penultima Cattolica San Marino e, nella giornata in cui anche lo stesso S.N. Notaresco e il Matelica fra le battistrada avevano pareggiato, occasione persa per recuperare terreno. Un pari che, per gli episodi che hanno contribuito a farlo maturare, ha lasciato di che recriminare alla Recanatese. «C’era un rigore netto per noi allo scadere- dice Giampaolo– e due punti in più a questo punto della stagione avrebbero fatto comodo. Ci avrebbero permesso di accorciare, saremmo stati secondi in classifica e saremmo stati meglio anche a livello psicologico».

Ora però arriva un appuntamento che può dire tanto. «Sappiamo bene la difficoltà dell’impegno che ci attende nell’andare ad affrontare il Notaresco. Noi abbiamo a disposizione un solo risultato, la vittoria. E speriamo con questa di riuscire a riaprire il campionato. Il Notaresco a questo punto della stagione è la squadra da battere. Per noi possiamo dire che si tratta di una finale per continuare a sperare nella corsa al primo posto, se sapremo portare i tre punti a casa. Se invece loro saranno più bravi, si saranno tolti di torno una concorrente».

In graduatoria gli abruzzesi, a quota 50 punti, sono inseguiti a meno 8 dal Matelica e a meno 9 dal Campobasso che, con l’ultima vittoria, ha scavalcato in terza posizione la Recanatese. Questi i giochi per l’alta classifica.

«Che il Notaresco in quella posizione fosse magari inatteso lo si poteva forse dire all’inizio ma a questo punto- dice Giampaolo- se stanno lì significa che hanno dei valori e che presidente, allenatore, giocatori sono stati bravi. Dietro, Campobasso, Matelica, noi e ci metto anche il Pineto eravamo probabilmente le squadre più accreditate a stare davanti alla vigilia. Ma io sono convinto che il campionato è ancora lungo e che gli scontri diretti saranno fondamentali per decidere tutto. Noi ne abbiamo uno domenica prossima e dobbiamo fare tutto il possibile per non fallirlo».