Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Matelica, Leonetti vale la vetta: «Ci davano finiti, ora umiltà e lavoro»

Parla l'autore del gol vittoria che, a Isernia contro il Vastogirardi, ha portato i biancorossi a staccare in testa alla classifica il S.N. Notaresco, di nuovo sconfitto

Selfie vittoria del Matelica (foto da ss.matelicacalcio.com)

Un rigore non solo da tre punti ma da primo posto solitario in testa alla classifica. È stato quello trasformato da Vito Leonetti al 9’ della ripresa della sfida fra Vastogirardi e Matelica ad Isernia: palla nel sacco, quindicesimo gol stagionale per Leonetti ma soprattutto 0-1 per il Matelica che, al quindicesimo risultato utile consecutivo, può così staccare in vetta il S.N. Notaresco, ancora sconfitto (0-1 in casa con la Vastese) e giù dal torno. Ora Matelica capolista a +3 sugli abruzzesi e sul Campobasso.

«Questo gol è un gol molto importante- commenta il match winner Leonetti– perché ci permette di stare in vetta. Ma la cosa più importante è il lavoro di squadra che stiamo svolgendo in tutte le partite».

Spiega il giocatore: «Stiamo vivendo questo momento in maniera molto positiva e con tanta umiltà, anche perché ci davano finiti ma abbiamo recuperato tanti punti e ci siamo messi soli in vetta con tanto merito».

Domenica 8 marzo si torna in casa contro la pericolante Avezzano, quindi la sosta e poi, il 22 marzo, lo scontro diretto a Notaresco. «La prossima partita – dice Leonetti – è un’altra gara molto difficile, come lo è stata quella contro il Vastogirardi. Loro hanno bisogno di punti perché si trovano nella zona calda della classifica e noi abbiamo bisogno di punti per rimanere in vetta. Sarà una gara molto dura. Questo finale di campionato si fa sempre più interessante e molto difficile, abbiamo 8 finali da affrontare di qui alla fine e dobbiamo stare sempre concentrati e lavorare come stiamo facendo».