Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Bando sport e periferie, oltre 4 milioni nel Maceratese per implementare gli impianti

Ammessi a finanziamento sette interventi che riguardano i Comuni di Civitanova, Montecosaro, Montefano, Montelupone, Monte San Giusto, San Severino e Sarnano

MACERATA – Oltre quattro milioni di euro divisi in sette interventi per implementare l’impiantistica sportiva a livello locale. Il bando “Sport e periferie” del Dipartimento dello sport del Consiglio dei ministri regala una nuova boccata di ossigeno al territorio. Sono stati ammessi a finanziamento, infatti, sette progetti per la provincia di Macerata che riguardano i Comuni (per un totale di 4.284.568 euro) di Civitanova, Montecosaro, Montefano, Montelupone, Monte San Giusto, San Severino e Sarnano. Unica società sportiva finanziata, invece, è stata la Palombese di Cessapalombo.

I 700mila euro assegnati a San Severino saranno investiti per il progetto di ampliamento e riqualificazione energetica della bocciofila di viale della Resistenza. Collocato nel rione Settempeda, l’impianto potrà così essere rimesso a norma e sottoposto a un intervento di manutenzione straordinaria che darà la possibilità di realizzare, al suo interno, anche un campo da padel, una palestrina polifunzionale e i locali dei servizi annessi a taleattività quali spogliatoi, infermeria, ripostigli. Per la nuova struttura si farà ricorso a fonti energetiche alternative.

La bocciofila di San Severino

Altri 334mila euro, invece, sono stati destinati al Comune di Montefano per il progetto di adeguamento del campo sportivo comunale dell’Immacolata. Il costo complessivo dell’intervento è di 480mila euro, per cui i fondi che mancano saranno integrati dal Comune. «Ringraziamo la Commissione per l’opportunità concessa a Montefano – commenta il sindaco Angela Barbieri -, premiando il nostro costante impegno con un così cospicuo riconoscimento economico». Il progetto prevede il completamento della recinzione dell’area da gioco e la realizzazione di una separazione fra le tifoserie locali e ospiti, la possibilità di installare una tribuna per i tifosi ospiti, la realizzazione di nuovi bagni e di un impianto di illuminazione ordinaria e di emergenza della tribuna e la sostituzione dell’impianto di illuminazione del campo da gioco con proiettori a Led.

Ulteriori 120mila euro (che saranno aumentati di altri 50mila euro dal Comune), invece, sono stati destinati a Monte San Giusto e saranno impiegati per i lavori di manutenzione ed efficientamento energetico del bocciodromo comunale. L’intervento prevede la rigenerazione dell’impianto sportivo mediante il rifacimento della copertura esistente in quanto causa di diffuse e continue infiltrazioni di acqua al suo interno, oltre al miglioramento energetico della struttura stessa, che permetterà di abbattere i costi di gestione dell’impianto, con un incremento di prestazione energetica di almeno due classi. «Il progetto – spiega l’amministrazione – si pone due obiettivi: la rigenerazione e valorizzazione della struttura esistente, la promozione dell’integrazione sociale e del benessere psicofisico, la riduzione e il contrasto della vulnerabilità sociale e materiale».  

Exit mobile version