Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Appignano, via vai sospetto da un casolare: nei guai un 34enne che coltivava marijuana

I carabinieri della locale stazione hanno trovato 24 vasetti da giardinaggio con altrettante piantine già germogliate. A far scattare l'operazione sono state le segnalazioni di alcuni residenti della zona

carabinieri

APPIGNANO – Aveva ricavato una piccola coltivazione di marijuana in un casolare nella campagna appignanese: 34enne della provincia di Macerata deferito a piede libero dai carabinieri.

A far scattare l’operazione sono state le segnalazioni di alcuni cittadini residenti nella zona che hanno riferito ai militari alcuni movimenti insoliti di autovetture e di persone che avvenivano nelle ore notturne. I carabinieri della stazione di Appignano, con il sospetto che all’interno del casolare potesse essere in atto un’attività legata agli stupefacenti, sono intervenuti nella struttura e hanno effettivamente sorpreso un uomo con lo droga.

Il 34enne, residente in provincia e con precedenti di polizia, aveva posizionato al sole una trentina di vasetti da giardinaggio e in 24 di questi i carabinieri hanno trovato altrettante piantine di marijuana già germogliate. I militari hanno passato al setaccio anche l’abitazione dove il giovane risiede e hanno rinvenuto altri vasetti – due con marijuana già germogliata -, alcuni prodotti concimanti e delle confezioni vuote con all’interno dei semi di canapa.

Tutto il materiale è stato sequestrato e il 34enne è stato deferito a piede libero all’Autorità Giudiziaria di Macerata per produzione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.