Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Un appartamento sicuro a Macerata: ecco il dono di Poste Italiane alle donne vittime di violenza

La struttura è stata donata in comodato d'uso gratuito all'associazione "Donne e giustizia". «L'autonomia abitativa è ancora un ostacolo per le donne che cercano di scappare da una violenza»

Il direttore della filale di Macerata consegna le chiavi di un appartamento da destinare alle donne vittime di violenza

MACERATA – Poste Italiane conferma il sostegno accanto alle donne vittime di violenza. Il direttore della filiale di Macerata, Calisto Pedetti, infatti, ha consegnato questa mattina (11 aprile) a Roberta Montenovo, presidente dell’associazione “Donne e giustizia onlus” di Ancona, le chiavi di un appartamento che sarà dedicato ad accogliere le donne che cercano un rifugio sicuro dopo aver subito una violenza. «Si tratta di un’iniziativa encomiabile di Poste Italiane che mette sempre al centro le donne – ha spiegato Pedetti -. In particolare, nella realtà di Macerata, abbiamo all’interno della nostra azienda l’80% di quote rosa, questo significa che Poste Italiane pone un’attenzione particolare soprattutto alle donne e, l’iniziativa di oggi, prosegue su questa direzione».

L’appartamento di Macerata, l’unico consegnato nelle Marche, è stato donato in comodato d’uso dalle Poste per tre anni, dispone di quattro/cinque posti letto e può accogliere anche donne con figli. «L’autonomia abitativa è ancora un ostacolo alle donne che cercano di scappare da una violenza – ha aggiunto l’avvocato Montenovo -, per questo avere questo appartamento è un aiuto prezioso. Nelle Marche sono già attive case rifugio in ogni provincia, ma questo è uno strumento in più che ci permette di essere vicini alle donne del territorio».

Quello di Macerata è uno dei dieci alloggi appartenenti al patrimonio immobiliare di Poste Italiane che verrà destinato, attraverso appunto il comodato d’uso gratuito, alle donne, spesso con figli minori, che si trovano in condizione di particolare disagio economico. L’obiettivo è quello di accompagnarle nel percorso di reinserimento sociale, insieme alle operatrici dei centro antiviolenza della rete Di.Re (Donne in rete contro la violenza), di cui “Donne e giustizia onlus” fa parte. A occuparsi dell’allestimento dell’appartamento è stata l’Area immobiliare centro nord di Poste. Presenti alla consegna delle chiavi, infatti, anche Giuseppina Mensichiere e Ilenia Bramucci, rispettivamente responsabile e building manager dell’immobiliare.