Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Civitanova, acrobazie in sicurezza e uno sguardo al sociale: «Questa beach edition è stata un successo»

Un bilancio più che positivo per l'International motor days: il tratto di arenile a fianco dello chalet ‘Lido Cristallo’ si è trasformato in un’arena colma di attrattive, iniziative e musica fino a tarda notte

Lo spettacolo delle bmx all'international motor days beach edition
Uno stuntman intento nelle acrobazie sulla bmx

CIVITANOVA MARCHE – «La prima edizione sulla spiaggia è stata letteralmente un successo e le presenze hanno superato le aspettative». Danilo Zampaloni, fondatore dell’International motor days, esulta per come sono andate le cose nei tre giorni del festival tenutosi al lungomare sud di Civitanova. La novità più interessante di quest’anno era rappresentata dalla spiaggia: si trattava della prima volta in cui la rassegna dedicata agli amanti delle due e delle quattro ruote si teneva in un luogo del genere. Un bilancio, dunque, più che positivo per le giornate di venerdì, sabato e domenica dove il tratto di arenile situato a fianco dello chalet ‘Lido Cristallo’ si è trasformato in un’arena colma di attrattive, iniziative e musica fino a tarda notte. «Avevamo incassato – ricorda Zampaloni – un grande successo di pubblico già questo inverno, a Cortina D’Ampezzo con la Cortina Winter Edition, sebbene non fossimo mai stati sulla neve. Questo week end, targato beach edition, è stata una vittoria in termini di numeri e di presenze e una soddisfazione per tutti i professionisti che hanno collaborato con noi». Anche domenica c’è stato spazio per le attività in spiaggia e in acqua: dagli spettacoli motocross freestyle con la squadra capitanata da Alvaro Dal Farra, al freestyle bmx con Alessandro Barbero, passando per il jet ski e il flyboard.

Le attività

La musica è stata la punta di diamante del festival: nell’arco di tutte e tre le giornate l’intrattenimento è stato garantito da Radio Linea n1, che ha suonato la giusta carica agli sportivi dediti alle pratiche continuative proposte all’interno del villaggio. Dalle prime ore del mattino fino al tramonto, infatti, tutti concentrati sui corsi di Yoga, sulle uscite in sup, sulle escursioni con le mountain bike elettriche, sugli show di Kitesurf, sui contest di crossfit, sui tornei di padel e sulle esibizioni di hip hop. E uno sguardo è stato rivolto al sociale, con la mototerapia dedicata ai ragazzi fragili e il punto informativo del team ‘Stammibene’.  La sera, poi, la scena è stata conquistata dai vari dj set, conclusi con ‘Imd party powered by Fessura’ con Doctor Music, Culr Menghi, Low. E & Tommaso Cicconi.

Le istituzioni

Hanno destato particolate curiosità tra i presenti gli stand delle istituzioni, vale a dire Esercito, Polizia stradale e la Guardia costiera. Per l’occasione, l’Esercito ha esibito il veicolo tattico leggero multiruolo “Lince”, un blindato proveniente dal 28° Reggimento comunicazioni operative “Pavia” di Pesaro;  mentre la Polizia di Stato, sezione stradale di Macerata, ha fornito informazioni sulla Jeep® Grand Cherokee e sulle numerose apparecchiature elettroniche speciali utilizzate per la prevenzione ed il contrasto alle principali cause di incidenti stradali, come etilometri e precursori che permettono di verificare lo stato di ebrezza. Ma non è tutto; tra i momenti più interessanti della tre giorni spicca senz’altro quanto avvenuto nel pomeriggio di sabato, quando la Guarda costiera di Civitanova ha messo in scena un’operazione di salvataggio di un naufrago in mare: lo stuntman Alvaro Dal Farra si è posto nelle vesti di un bagnante da salvare ed è stato prima soccorso da un aereo soccorritore dell’elicottero della base navale di Pescara supportato da una motovedetta della Guardia costiera civitanovese, poi a terra dai sanitari della Croce verde. Nel frattempo, la comandante dell’Ufficio circondariale marittimo di Civitanova, Ylenia Ritucci, coordinava le operazioni a riva e spiegava al pubblico tutte le delicate fasi dell’intervento.

L’attrattiva

Infine, l’attrattiva più maestosa del Motor days: il ponte con ampiezza di 45 gradi e dotato di una bascula da cui salivano e scendevano i vari autoarticolati protagonisti del festival creando un’immagine di forte impatto per partecipanti dell’iniziativa ma anche per i semplici passanti, dato che la scena si consumava a pochi metri dalla carreggiata del lungomare Piermanni. In molti hanno voluto effettuare i test drive a bordo dei mezzi Alfa Romeo e Truck Jeep.