Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Conto alla rovescia per la 29esima edizione di “Civitanova danza”

Domani 1 luglio la serata inaugurale con gli Allievi della scuola di ballo dell'Accademia Teatro alla Scala

Serenade, cor. by George Balanchine © The George Balanchine Trust_Ph Annachiara Di Stefano2

CIVITANOVA – Domani 1 luglio la prima di ‘Civitanova danza’, il festival, giunto ormai alla sua  ventinovesima edizione, organizzato grazie alla sinergia tra Città di Civitanova Marche, Azienda Teatri e AMAT. L’iniziativa è  dedicata al compianto maestro civitanovese Enrico Cecchetti ed è promossa con il sostegno di Regione Marche e MiC: si tratta di una serie di appuntamenti con artisti italiani e internazionali e prime assolute che avranno il via domani sera, al Teatro Rossini, con gli allievi della Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla Scala, diretta da Frédéric Olivieri. L’esibizione si apre con ‘Largo’ di Matteo Levaggi su musica di Johann Sebastian Bach con Sofia Bellettini al violoncello. In chiusura il capolavoro di Balanchine Serenade, creato nel 1934 per la School of American Ballet su musiche di Pëtr Il’ič Čajkovskij.

Il Sindaco di Civitanova Ciarapica e Santini di Amat

 Il venerdì seguente, 8 luglio, luglio al Teatro Rossini il coreografo di fama mondiale Jacopo Godani presenta per la prima volta al pubblico italiano il proprio lavoro, spogliato da tutti gli orpelli scenici in modo da incoraggiare e sviluppare il potenziale dei performers.

Una speciale serata di musica e danza, Duets and solos, ideato e curato da Daniele Cipriani, attende il pubblico di Civitanova Danza il 15 luglio al Teatro Rossini con uno spettacolo all’insegna della felicità condivisa in una magica notte di mezz’estate. Due grandi musicisti, il pianista Maurizio Baglini e la violoncellista Silvia Chiesa, e stelle della danza internazionale andranno in scena con un programma di assoli e passi a due: l’italiano Davide Dato, primo ballerino dell’Opera di Stato di Vienna e lo spagnolo Sergio Bernal, già Ballet Nacional de España. Insieme a loro, Hio-Jung Kang, già Prima ballerina allo Stuttgart Ballet, ora Prima Ballerina dell’Opera di Stato di Vienna.

Il Festival nel festival è l’appuntamento in programma per il 23 luglio, che sarà il vero nucleo progettuale della manifestazione, con tre prime assolute e regionali. Perciò, alle 19.15 al Teatro Cecchetti, spazio al Doppelgänger con Michele Abbondanza, Antonella Bertoni e Maurizio Lupinelli. La serata prosegue alle ore 20.30 al Teatro Rossini con il debutto in prima assoluta di Première che nasce dall’incontro del coreografo Andrea Costanzo Martini con i danzatori del Balletto di Roma. dalle necessità del presente, che ha dato vita a nuovi principi di ideazione e realizzazione della danza. Alle 22, la cultura si sposterà in città alta: al teatro Annibal Caro, ancora un debutto in prima assoluta con Satiri di Virgilio Sieni.

Spellbound 25 è il progetto produttivo che celebra il venticinquesimo anniversario di Spellbound Contemporary Ballet ed è ospite del festival il 28 luglio con un doppio programma: l’onirico Marte a firma dell’autore spagnolo Marcos Morau e The real you di Mauro Astolfi, coreografi accomunati da una danza densa e precisa, riconoscibile e spesso straordinaria.

La serata conclusiva vede l’esibizione di una danzatrice di fama internazionale: è Alessandra Ferri, che insieme a Thomas Whitehead, interpreterà Winnie – la ballerina âgée immaginata nel 1998 da Maurice Béjart – in L’heure exquise, basato su Oh, les beaux jours (Giorni felici), uno dei momenti più alti del teatro di Samuel Beckett.

«E’ un lungo rapporto d’amore che lega questa città alla danza – ha dichiarato il direttore artistico di Amat Gilberto Santini – e siamo contenti di poter tornare al 100% della presenza. Questo è un risultato insperato, frutto di un lavoro instancabile da parte di tutti».

Informazioni e biglietterie AMAT (071 2072439) e circuito vivaticket, anche on line. Informazioni: www.teatridicivitanova.comwww.civitanovadanza.comwww.amatmarche.net.