Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

La 1000 Miglia saluta Macerata: la “Freccia Rossa” incanta la città – FOTO

400 bolidi hanno sfilato per le vie. Grande emozione per il passaggio della 38esima edizione di quella che Enzo Ferrari ha definito la corsa automobilistica più bella al mondo

Il passaggio della 1000 Miglia a Macerata

MACERATA – La Freccia Rossa, partita ieri da Brescia alle ore 14, è arrivata in mattinata a Macerata. Alle 12:30 circa hanno fatto il loro ingresso in piazza della Libertà le Ferrari per il tributo al famoso cavallino rampante. È stata poi la volta del Mercedes Tribute e infine la corsa è entrata nel vivo con i modelli storici.

Quattrocento i bolidi, costruiti entro il 1957, ultimo anno di svolgimento della gara iniziata nel 1927, e appartenenti a un modello di vettura protagonista di almeno una edizione storica, che hanno sfilato oggi: OM, Alfa Romeo, Lancia, Bugatti, Fiat, Maserati, Bentley, Mercedes, Bmw, Ferrari, Osca, Cisitalia, Aston Martin, Jaguar, Porsche, Delahaye, per citare alcune delle case automobilistiche rappresentate in gara.

«È per me motivo di particolare orgoglio che la mia città torni protagonista di un evento di portata internazionale – ha detto Enrico Ruffini, presidente dell’Automobile Club Macerata -. La Mille Miglia è occasione unica per godere di vere e proprie opere d’arte in movimento in un territorio, come il nostro, in cui l’automobilismo sportivo ha dato frutti importanti e copiosi. Sarà sufficiente ricordare che Luigi Scarfiotti, padre di Lodovico cui è intitolata la Sarnano-Sassotetto, partecipò a più edizioni della Mille Miglia fra il 1927 e il 1932 alla guida di Lancia e Alfa Romeo, conseguendo un terzo assoluto nel ‘32. Allo stesso tempo, Macerata regala a tutti coloro che partecipano e che non la conoscono l’emozione della scoperta di luoghi e paesaggi incantevoli».

A sovrintendere alla regolarità della gara erano presenti oltre trenta commissari di percorso ACI Sport oltre alle forze dell’ordine, agli agenti della Polizia locale, coordinati dal comandante Danilo Doria, un ausilio di Polizia locale di Recanati e Colmurano, il comitato locale della Croce Rossa Italiana, l’associazione volontariato Tigrotto, l’associazione di volontariato CB club maceratese, l’associazione di volontariato Macerata Soccorsoe l’associazione nazionale Alpini sezione di Macerata.

La carovana di auto, proveniente da Rotelli, ha attraversato le principali vie della città per muovere poi in direzione di Corridonia. Piazza della Libertà ancora una volta è stata la grande protagonista.

In una edizione improntata alle norme di contenimento della diffusione del Covid-19, gli equipaggi sono stati trenta in meno degli altri anni, e quelli in gara sono stati in prevalenza italiani ed europei. Duecentoquaranta gli equipaggi esteri, due quelli marchigiani con un legame speciale col maceratese: Giuseppe Casali, vicepresidente di Pigini Group, amministratore delegato delle aziende di stampa ed editoriali del gruppo e componente del direttivo di AC Macerata, ha partecipato alla Mille Miglia con la consorte a bordo di una Alfa Romeo 1900C Super Sprint del 1954; mentre Giuseppe Santoni, imprenditore dell’omonima azienda calzaturiera, ha corso con Massimo Ottaviani su una Jaguar XK 140 OTS Roadster del 1954.

Hanno partecipato all’evento anche l’imprenditore Tomaso Trussardi che ha gareggiato a bordo di una BMW 328 iscritta alla categoria Guest Car e Cristina Parodi, giornalista e conduttrice TV, a bordo della Mercedes 300 SL contraddistinta dal numero 1000 per le prime due tappe della competizione.