Centro Pagina - cronaca e attualità

Lifestyle

Tinder, istruzioni per l’uso

Conta più di 50 milioni di iscritti, di tutte le provenienze e tutte le età. Una rivoluzione della comunicazione, degli incontri e del sesso. Ecco cosa è, e come funziona

Ha una diffusione impressionante. Usata da single e da persone impegnate. Da chi cerca l’amore e chi cerca del buon sesso.

Tinder è un’applicazione di incontri per cellulare. Si caricano delle foto che verranno viste dagli altri utenti e si inserisce una descrizione di sé. E’ possibile importare i propri interessi da Facebook, così da filtrare almeno un po’ gli utenti che ti appariranno. Si sceglie con che sesso si vuole interagire e automaticamente, localizzando te e gli altri utenti, l’app ti presenta una serie di profili. Puoi aprire le foto di una persona, osservarle e dire Sì, nel caso si tratti di quello/a che comunemente si dice “uno/a gnocco/a”, o No, se non sei interessato, in base ai tuoi gusti, strisciando il pollice rispettivamente verso destra (Sì, lo voglio) e verso sinistra (No, grazie rifiuto e vado avanti).

Cosa accade poi? Se diciamo No (pollice a sinistra), il profilo scompare e non potremo più recuperarlo. Se diamo Sì dobbiamo attendere il giudizio dell’altra persona. Se all’altro non piacciamo, non succede nulla. Se invece ci trova attraenti, e fa scorrere il suo pollice verso destra, otterremo un match.

Cosa implica il match? Il match non implica nulla, se non la possibilità di chattare in tempo reale con l’altro. Da qui è possibile scambiarsi numeri e contatti vari, organizzarsi per un incontro o anche non parlarsi.

E se matchiamo con una persona che poi si rivela orribile? Possiamo eliminare il match, così che il profilo di entrambe non appaia più in quello dell’altro.

Tinder è una delle app di incontri più utilizzata, sopratutto, ma non solo, da persone della fascia di età tra i 20 e i 30 anni. Conta più di 50 milioni di iscritti. Esiste anche Grindr, un’app che funziona nello stesso modo di Tinder ma è usata solo da persone gay. Si basano entrambe sulla geolocalizzazione, per cui, portando con te il tuo smartphone, e partendo per una vacanza in Spagna, puoi automaticamente accedere ai profili degli utenti del posto.

Carolina Mancini