Frange scomposte e caschetto lungo. Questi i tagli per la primavera

"Less is more". Questo il trend di stagione in fatto di moda e capelli. Colorazioni e acconciature per donna diventano molto più naturali e disinvolti. Rosa o turchese sono consigliati solo alle più temerarie

Less is more“: sembra essere questo il trend di stagione per stilisti e hair stylist in fatto di moda e capelli. Tagli, colorazioni e acconciature per donna diventano, in occasione della primavera/estate 2017, molto più naturali e disinvolti, soprattutto rispetto ai trend dell’inverno, dove la geometria e l’effetto costruito la facevano da padroni.

long bob scalato

Parola d’ordine: movimento. Addio a styling troppo artificiosi, sostituiti da wavy hair cut, frange scomposte e ciocche ribelli. «Il taglio più gettonato – affermano dallo staff di Amoa Ancona – è ancora una volta il caschetto lungo, il long bob, perché più pratico e inoltre sta bene a tutte. L’importante è non renderlo monotono, ma impreziosirlo con scalature, frange e colori saturi. Andando alle sfilate abbiamo notato un calo del corto maschile tanto di tendenza durante gli show 2016. Ora si prediligono le vie di mezzo, ma sempre con uno styling tridimensionale che valorizza il volto».

Colore naturale per l’attrice Jessica Alba

Leggerezza e giochi cromatici sono anche i segreti per avere un colore super trendy: «Via libera a tecniche di colorazion a mano libera – prosegue Alessandra, una delle hair stylist di Amoa – che rendono l’effetto più naturale, come se i capelli fossero “baciati dal sole”. Largo ai colori come il tabacco, il miele, il cioccolato, il cherry bombre. Non vanno più gli shatush definiti, con lo stacco di colore fra la radice più scura e le punte bionde. Si procede invece per gradi, con tinte tono su tono, per un effetto multisfaccettato ed elegante. Ci vuole più tempo per realizzare queste nuance, ma alla fine è molto più fresco come effetto. Inoltre dura di più perché la ricrescita si vede meno, il che non è poco per la donna moderna che oggi ha sempre meno tempo e meno soldi da spendere dal parrucchiere».

Sopravvivono i rossi fiammeggianti tanto in voga durante i mesi freddi, mentre i bruni diventano profondi come la liquirizia e il caffè. Per coloro che, invece, volessero osare durante le feste in spiaggie, ci sono in commercio le tinte pastello dai colori più eccentrici: «In passerella – concludono da Amoa – si continuano a vedere le colorazioni estreme come il rosa o il turchese. Ma sono consigliate solo alle più temerarie!».