Centro Pagina - cronaca e attualità

Lifestyle

Al via la sfida per il miglior “cappuccino dell’anno”

A Tipicità la sfida di 28 baristi di Marche, Abruzzo e Umbria. Presente alla kermesse anche Trevalli Cooperlat con alcune iniziative sul gusto tra cui i selfie per "La Meringa di Bardi - Patrimonio di Jesi per l'Unesco"

FERMO – A Tipicità 28 baristi di Marche, Abruzzo e Umbria si sfideranno a due a due nella preparazione del “Cappuccino dell’anno”, realizzato con latte di alta qualità Trevalli QM. La competizione, organizzata da Trevalli Cooperlat in collaborazione con Bar.it, è giunta quest’anno alla sua decima edizione. Tre le categorie per i professionisti in gara: la giuria di esperti premierà il miglior cappuccino classico, quello decorato al bricco e quello con il latte di soia, mentre un diploma di partecipazione sarà consegnato a tutti i partecipanti. L’appuntamento è per lunedì 6 (ore 14).

Oltre ad essere presente con uno stand espositivo, a Fermo per la venticinquesima edizione del festival “Tipicità” dedicato all’eccellenza marchigiana, Trevalli Cooperlat – l’impresa cooperativa con sede a Jesi – porta in tavola un’esplosione di sapori con due gemellaggi inediti e una sfida alla ricerca del cappuccino perfetto. Si parte oggi, sabato 4 marzo con la degustazione che sposa la ricotta Valmetauro al cioccolato Atalia (azienda di Falconara), mentre nella giornata di domenica la Meringa di Bardi e la Panna Fiordineve si abbracciano dietro l’obiettivo per numerosi selfie da pubblicare sulla pagina Facebook “La Meringa di Bardi – Patrimonio di Jesi per l’Unesco”.

La venticinquesima edizione di Tipicità, a Campiglione di Fermo dal 4 al 6 marzo, è il festival del gusto con 226 espositori presenti e oltre 90 eventi in programma riservati alle specialità locali. Il tema di quest’anno è “Il futuro dalle nostre radici”: un festival con una ‘zona rossa’ con gli chef dei comuni terremotati che prepareranno le loro prelibatezze per i turisti e i visitatori. Un’occasione per rilanciare il nostro territorio facendo partecipare all’evento anche i comuni colpiti dal sisma. Quattro i padiglioni tematici: Food, Wine e Beer, Bio Garden, Tipicità Experience, una sorta di grand tour fra le inaspettate bellezze delle Marche e delle tante ‘piccole Italie’ fuori dai grandi circuiti turistici. Infine Art e Genius, che propone i prodotti artigianali della regione, frutto di una manualità e di una creatività tramandate da generazioni.