Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Volontariato e amministrazione comunale, il 2 febbraio l’incontro in comune

Botta e risposta tra Cittadinanzattiva (e Tribunale per i Diritti del Malato) e amministrazione comunale jesina sul mancato invito alla firma del protocollo

Il momento della firma del protocollo
Il momento della firma del protocollo

JESI – L’associazione di Cittadinanzattiva unitamente alla sua rete Tribunale per i Diritti del Malato lamenta di non aver partecipato martedì scorso, 23 gennaio, alla firma del protocollo d’intesa tra Associazioni di volontariato e amministrazione comunale jesina.

Gianni Torresan e Pasquale Liguori spiegano: «Nessun invito è stato mai recapito. Una ingiusta per quanto immotivata mancanza anche in ragione del fatto che Cittadinanzattiva e la sua rete del Tribunale del Malato operano sul territorio da ben oltre venti anni e per non parlare poi del fatto che proprio quest’anno ricorrono i quaranta anni della nascita dei deu enti».

Tempestiva la risposta dell’assessora Paola Lenti: «Il protocollo d’intesa è stato stipulato tra l’amministrazione comunale e il Coordinamento delle Associazioni di Volontariato e Promozione Sociale, non dunque con singole associazioni. Il Coordinamento, come noto, è stato costituito con l’obiettivo di essere un facilitatore di rete nei rapporti tra le associazioni e con le istituzioni. Proprio per questo il Coordinamento ha comunicato all’amministrazione comunale che sarà ben lieto di accogliere anche Cittadinanza Attiva e Tribunale del Malato, così come altre associazioni ad oggi non aderenti, qualora ne facciano semplice richiesta, non avendo ovviamente preclusioni di sorta per alcuno».

L’assessora coglie l’occasione per ricordare, inoltre, l’incontro pubblico che l’amministrazione comunale sta organizzando per venerdì 2 febbraio nella sala consiliare. Obiettivo: illustrare a tutto il mondo dell’associazionismo presente nel nostro territorio i contenuti del protocollo sottoscritto e la modalità di lavoro comune che si intende sviluppare.