Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

“Voci di confine”, con le fiabe africane l’Ostello delle Idee porta avanti il suo impegno a Villa Borgognoni

Una serata dedicata alla conoscenza a tutto tondo di popoli e culture differenti: Voci di Confine sarà uno degli ultimi appuntamenti a Villa Borgognoni prima della sua nuova destinazione

Asp

JESI – Un viaggio per conoscere culture diverse, attraverso le storie, il cibo e la musica. “Voci di confine” è uno degli ultimi eventi organizzati da Ostello delle Idee a Villa Borgognoni sabato 7 luglio, dalle 19 in poi, prima che questa venga destinata ad ospitare gli uffici Asp. Una soluzione, sembra, temporanea per due o tre anni.

evento villa borgognoni
L’evento a Villa Borgognoni

“Voci di confine. La migrazione è una bella storia” «è l‘atto conclusivo di un percorso formativo realizzato da Voci di Confine, Centro Servizi per il Volontariato Marche e Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, al quale SpaziOstello abbiamo aderito, che ha come tema la migrazione come momento di arricchimento umano e sociale – spiegano l’associazione Ostello delle Idee – Abbiamo voluto cogliere l’aspetto positivo di questo fenomeno utilizzando forme di comunicazione universali come le fiabe, la musica ed il cibo per sottolineare modi di aggregazione possibili. La mobilità dei popoli è una realtà imprescindibile, impegnarsi per un mondo nuovo dove le ricchezze culturali si possano fondere per ampliare i nostri confini ci permette di costruire uno scenario dove la propria identità non si perde, ma serve a ciascuno di noi per ritrovare la radice della nostra umanità».

L’evento si svolgerà a Villa Borgognoni sabato 7 luglio con inizio alle ore 19, ed è stato organizzato in collaborazione con alcuni operatori del Gus, con ragazzi richiedenti asilo ed artisti jesini. Il via con il racconto e l’animazione di fiabe della tradizione africana, si proseguirà con l’esibizione di dieci ragazzi provenienti da Mali, Costa d’Avorio, Guinea Bissau e Liberia diretti dal Maestro David Uncini, che li ha guidati in un laboratorio musicale. «Seguirà la proiezione di un documentario che presenta l’esperienza di due progetti di imprenditoria collettiva realizzati in Italia dall’Associazione Sungal (Senegal) e dall’Associazione Sopra i Ponti (Marocco) e proseguiti poi nei rispettivi Paesi d’origine – continuano gli organizzatori – Questo sarà uno degli ultimi eventi realizzati a Villa Borgognoni, data la prossima destinazione della Villa ad uffici dell’Asp».