Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Vittoria con brivido per la Termoforgia

L'Aurora Jesi batte anche Bergamo all'Ubi Banca Sport Center al termine di una partita che gli uomini di coach Cagnazzo hanno rischiato di complicarsi più del dovuto. Domenica prossima l'atteso derby con Montegranaro

Termoforgia Jesi-Basket Bergamo

JESI – La Termoforgia vince ancora all’Ubi Banca Sport Center. Battuta Bergamo al termine di una partita che sul finale, a causa di qualche “leggerezza” dei padroni di casa, si stava complicando non poco. Bella prestazione per Andrea Quarisa, il lungo tutto muscoli e grinta, autore di 18 preziosi punti. In doppia cifra anche Brown (24), Hasbrouck (19) e Marini (14).

Aurora in campo con Brown, Hasbrouck, Marini, Ihedioha, Quarisa, rispondono i lombardi con Ferri, Solano, Cazzolato, Fattori e Bozzetto. Partenza sprint degli arancioblu che, grazie a tre triple, due di Marini e una di Brown, costringono gli ospiti a chiamare timeout dopo appena tre minuti (11-4). Un lungo applauso, al 5′, accompagna l’atteso ritorno in campo del capitano Tommy Rinaldi, fermo per infortunio dalla prima giornata. Brown, intanto, continua a segnare (17-9), stimolando anche il compagno statunitense Hasbrouck (23-9 al 7′). Bergamo non riesce ad arginare la fluidità jesina e al 10′ minuto il tabellone segna 33-16, con tanto di bomba allo scadere di Brown.

Termogorgia Jesi - Basket Bergamo
Termogorgia Jesi – Basket Bergamo

Riordinano le idee i bergamaschi al rientro in campo e piazzano un pesante 7-0 di parziale, spezzato dalle triple del giovane Massone e di Ihedioha (39-25 al 13′). Gli uomini di coach Damiano Cagnazzo tornano a macinare gioco, seppur contrastati da una squadra ben diversa, e indubbiamente più precisa, rispetto al primo quarto. Il divario si mantiene costante fino al termine del secondo quarto, si va negli spogliatoi sul 53-44.

Alla ripresa del gioco, la Termoforgia, consapevole di aver perso un po’ di ritmo (forse per troppa sicurezza), riparte dalla difesa e, come succede sempre nel basket, torna a trovare soluzioni più agevoli in attacco. 65-48 al 24′. Ma Bergamo, pur distante, non molla e recupera qualcosa. Due minuti dopo è 67-54. Si va avanti così fino al suono della sirena (72-61).

Quarisa si fa subito sentire sotto le plance, e ce n’è alquanto bisogno, anche perché la concreta Bergamo firma il -5 al 33′ (76-71). E poi, dopo Quarisa, arriva il solito Brown, con la solita insensata ma chirurgica bomba. E si ricomincia da +10 (81-71 al 34′). Il lungo jesino, nell’azione successiva, subisce fallo e infila anche i due liberi, “favore” restituito dagli ospiti in comodo appoggio (83-73 al 35′). Finita? Macché. I lombardi, ancora una volta, si rifanno sotto, e nel momento peggiore per i padroni di casa. A un minuto dal termine è 87-79. Bergamo fa canestro da 5 metri, Hasbrouck, dall’altra parte, piazza la tripla liberatoria. Finisce 94-81.

«Dobbiamo far meglio, sapevamo che sarebbe stata una partita difficile – il commento a caldo di coach, Damiano Cagnazzo -. Adesso ci va tutto abbastanza bene, ma serve maggiore consistenza, più lucidità in alcune fasi del match. Potevamo deragliare oggi, soprattutto quando i nostri avversari hanno alzato l’intensità, ma i nostri giocatori sono stati bravi. È stato bello rivedere in campo capitan Rinaldi»

Domenica prossima, all’Ubi Banca Sport Center, arrivano i “cugini” di Montegranaro per uno scontro al vertice di questa serie A2.

Termoforgia Aurora Jesi – Bergamo Basket 2014: 94-81 (33-16, 53-44, 72-61)

JESI: Brown 24 (4/5 da 2, 4/8 da 3, 4/5 ai liberi), Quarisa 18 (8/10 da 2, 2/3 ai liberi), Marini 14 (3/5 da 2, 2/6 da 3, 2/2 ai liberi), Piccoli (0/2 da 3), Rinaldi 4 (1/5 da 2, 2/2 ai liberi), Valentini ne, Massone 5 (1/1 da 2, 1/3 da 3), Montanari ne, Ihedioha 10 (3/5 da 2, 1/4 da 3, 1/2 ai liberi), Hasbrouck 19 (0/2 da 2, 5/10 da 3, 4/4 ai liberi). Head Coach: Damiano CAGNAZZO

BERGAMO: Solano 17 (6/13 da 2, 0/5 da 3, 5/6 ai liberi), Piccoli ne, Cazzolato (0/1 da 2), Sanna 5 (1/1 da 2, 1/2 da 3), Mascherpa 15 (3/5 da 2, 3/8 da 3), Ricci ne, Ferri 3 (1/6 da 3), Fattori 25 (7/10 da 2, 3/5 da 3, 2/2 ai liberi), Bozzetto 6 (2/2 da 2, 0/1 da 3, 2/4 ai liberi), Sergio 10 (2/2 da 2, 2/4 da 3, 0/1 ai liberi), Bergstedt ne. Head Coach: Cesare CIOCCA

ARBITRI: Sig. Pazzaglia Jacopo di Pesaro (PU), Sig. Triffiletti Corrado di Messina (ME), Sig. Capozziello Damiano di Brindisi (BR)

Spettatori: 1950

Classifica:
Alma Pallacanestro Trieste 12, Consultinvest Bologna 10, XL Extralight Montegranaro 10, Termoforgia Jesi 10, G.S.A. Udine 8, De’ Longhi Treviso 6, OraSì Ravenna 6, Unieuro Forlì 6, Tezenis Verona 6, Dinamica Generale Mantova 6, Assigeco Piacenza 4, Andrea Costa Imola Basket 4, Bondi Ferrara 4, Agribertocchi Orzinuovi 2, Bergamo 2, Roseto Sharks 0