Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Videosorveglianza, l’occhio elettronico sottoposto a controlli

Da stamattina, 4 settembre, e sino a mercoledì prossimo, i tecnici della ditta che ha vinto l'appalto stanno verificando l'efficienza della "rete", composta da 44 telecamere, dislocate nelle zone calde di Jesi

I controlli alle telecamere in zona Porta Valle

JESI – Sono iniziati questa mattina, 4 settembre, i controlli per la manutenzione delle telecamere di videosorveglianza installate di recente, alla fine dello scorso gennaio, nelle zone calde che da Porta Valle arrivano alla stazione ferroviaria, al sottopasso di via Ricci, sino al parcheggio scambiatore di Santa Maria del Piano.

I tecnici al lavoro

In precedenza, da un anno e mezzo, erano attive quelle che da via Mazzini portavano sempre verso Porta Valle. Un’integrazione che si era resa necessaria anche come deterrente in una zona della città molto sensibile al problema della sicurezza.

I dispositivi, 44, sono e saranno sottoposti a messa a fuoco e pulizia, lavoro che si protrarrà sino a mercoledì prossimo e, stando alle parole dei tecnici incaricati della ditta “MC2” di Castelbellino, che ha vinto l’appalto, sino a ora non si sono riscontrati problemi nell’efficienza della “rete”.

La quale fa capo alla centrale operativa della Polizia Municipale e, ogni qual volta se ne ravvisi la necessità, le Forze dell’ordine possono attingere a quelle immagini – che rimangono conservate una settimana – per individuare eventuali responsabilità in comportamenti al di fuori della legge.

L’occhio elettronico, dunque, si “ripulisce” per mantenersi attivo in completa efficienza.