Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Viaggiando in Italia di Rai Radio Live ospita il Liceo scientifico di Jesi

La trasmissione condotta da Carlo Mancini ci permetterà di conoscere meglio luoghi e personaggi jesini: dal prof Giovanni Angelelli alla campionessa Giovanna Trillini, da Lucia Chiatti ad Aurelio Masaccio

JESI – Il professor Giovanni Angelelli docente di disegno e storia dell’arte del Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” di Jesi, la campionessa olimpica e mondiale di scherma Giovanna Trillini, il direttore della Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi Lucia Chiatti e lo jesino doc Aurelio Masaccio. Poker di eccellenze e di personaggi per raccontare, dalle frequenze della trasmissione Viaggiando in Italia di Rai Radio Rai, fatti, luoghi e personaggi della città di Jesi.
La trasmissione radiofonica, condotta da Carlo Mancini, in onda domani (martedì 4 maggio su Rai Radio Live alle 9, in replica alle 16 e disponibile successivamente anche in podcast) sarà dedicata a Jesi: il professor Giovanni Angelelli illustrerà i luoghi proto-industriali della città, che attingevano alle risorse naturali del territorio, studio frutto anche del lavoro di approfondimento degli studenti che hanno aderito negli anni passati al Pon-Fse Patrimonio e paesaggio “Marginalità della città: spazi fisici e di vita da riscoprire e valorizzare. Rendere visibile l’invisibile”.

Il rapporto con le proprie origini, con la città natale quando lo sport di cui si è campioni olimpici porta continuamente lontani. Ne parlerà la campionessa Giovanna Trillini, che analizzerà il suo rapporto con le radici jesine e il suo forte legame con le Marche, senza tralasciare però i benefici della scherma sulla salute.
Le conclusioni alla direttrice della Fondazione Pergolesi Spontini Lucia Chiatti, che ci aprirà idealmente le porte del teatro Pergolesi e allo jesino doc Aurelio Masaccio per chiacchiere in libertà.

Non resta altro che cercare la frequenza e ritrovarsi in questa passeggiata ideale nella città che ha dato i Natali a Federico II e Giovan Battista Pergolesi.