Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, via tutti i cassonetti per gli sfalci: «Servizio iniquo per chi è senza giardino»

L'amministrazione corre ai ripari per mettere un freno all'utilizzo improprio dei contenitori, nei quali viene depositato di tutto riducendo la possibilità di differenziare. A pagarne il costo anche chi non ha un'area verde a casa

Il cassonetto degli sfalci a Tabano

JESI – Via tutti i cassonetti per gli sfalci e le potature dalle strade. Il Comune ha chiesto alla Jesiservizi, municipalizzata che si occupa della differenziata, di rimuoverli entro febbraio. Verrà quindi potenziata la raccolta a domicilio a titolo oneroso, fermo restando il conferimento gratuito al Centro Ambiente.

Ecco i motivi addotti dall’amministrazione Bacci per la rimozione dei cassonetti:
– Evitare di trovare i contenitori pieni di altre tipologie di rifiuti;
– Evitare di avere i bidoni sempre pieni in quanto utilizzati, tempestivamente dopo lo svuotamento, da operatori professionisti del verde, che svolgono il servizio presso le abitazioni di privati;
– Evitare di vedere intorno ai contenitori sacchi pieni di erba e sfalci lasciati sfusi a terra;
– Recepire le indicazioni di ARERA e dell’ATA che prevedono l’eliminazione dei contenitori stradali accessibili a tutti;
– Rendere più equa la TARI cercando di non distribuire i costi di raccolta degli sfalci su tutti i cittadini, anche quelli che non possiedono il giardino;

«Al momento – spiegano dal Comune -, gli appositi contenitori stradali per la raccolta di erba, sfalci e potature risultano sempre pieni, oltre che di sfalci impropriamente conferiti in sacchi di plastica, anche di rifiuti di ogni genere, vanificando anche gli sforzi compiuti in questi anni per aumentare le percentuali di raccolta differenziata che oggi si attesta intorno al 69%. Le attuali modalità improprie di conferimento nei suddetti contenitori richiedono infatti un ulteriore lavoro di selezione prima del ritiro delle potature ed ostacolano i cittadini che vorrebbero conferire correttamente i propri rifiuti vegetali. Nelle vicinanze dei suddetti contenitori, inoltre, abitualmente vengono lasciati abbandonati a terra numerosi sacchi pieni di erba o di altri rifiuti. Si ritiene pertanto opportuno garantire il corretto conferimento del rifiuto e allo stesso tempo ridurre il più possibile le situazioni di degrado ambientale legate all’abbandono incontrollato di rifiuti nei pressi dei contenitori stradali, anche nell’ottica di un miglioramento del decoro urbano».

Il servizio di raccolta degli sfalci e potature si svolgerà con le seguenti modalità:
Conferimento gratuito da parte degli utenti dei rifiuti provenienti dal proprio giardino presso il Centro Ambiente del Campo Boario;
Ritiro periodico (due volte al mese) a domicilio, previo versamento da parte dell’utenza di un canone annuo alla Jesiservizi da concordare con l’Amministrazione Comunale;
Ritiro a pagamento su chiamata, con applicazione da parte della Jesiservizi di tariffe, orarie o fisse, variabili a seconda della quantità di rifiuto da ritirare, da concordare con l’Amministrazione Comunale, per ritiri sporadici ed eccezionali.