Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Vecchia gestione Jesina, no al ricorso dell’Agenzia delle entrate. Polita: «Confermata la regolarità, si conclude ogni vicenda»

Lo scorso 14 luglio era arrivata per Polita l’assoluzione con formula piena da parte del Gup del Tribunale di Ancona, «perché il fatto non sussiste» in ordine alla contestazione di illecito fiscale

Marco Polita

JESI – «La ex gestione della Jesina Calcio comunica che con sentenza n. 960/2022 pubblicata il 05/08/2022 la Commissione Tributaria Regionale, 5^ sezione, ha respinto l’appello proposto dalla Agenzia delle entrate avverso la sentenza della Commissione Tributaria Provinciale che già aveva affermato la regolarità della gestione ed escluso ogni illecito fiscale». Così l’avvocato Marco Polita, presidente del club leoncello fra il 2007 e il 2018. «Dopo la conforme decisione del Gip del Tribunale di Ancona e del Dipartimento del Ministero delle Finanze di Bologna – prosegue Polita – si conclude così definitivamente ogni vicenda».

L’esito conferma il pronunciamento della Commissione Tributaria Provinciale dell’aprile 2021, già favorevole alla allora gestione societaria. Fu nel 2019 che l’indagine “Cartellino Giallo” della Guardia di Finanza mise sotto la lente la gestione della Jesina Calcio negli anni fra il 2014 e il 2017. Lo scorso 14 luglio era arrivata per Polita l’assoluzione con formula piena da parte del Gup del Tribunale di Ancona, «perché il fatto non sussiste» in ordine alla contestazione di illecito fiscale. L’ex presidente della Jesina aveva peraltro rinunciato nell’ambito del procedimento alla prescrizione. «La ex gestione – aveva fatto sapere Marco Polita – ringrazia la difesa svolta dall’avvocato Paola Montecchiani e tutti gli sportivi che hanno sempre creduto nella correttezza sostanziale della gestione e dei sacrifici economici affrontati dagli ex dirigenti nel periodo 2007-2018». Polita aveva parlato di «conferma della fiducia nella giustizia, mai venuta meno neppure nei momenti più difficili».