Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Termoforgia Aurora, bandiera di un territorio

Nella sala consiliare del Comune di Jesi la presentazione della nuova squadra attesa dal campionato di A2 2017-18. «Portate il nome della città per l’Italia non solo ottenendo risultati sportivi importanti ma anche rappresentandolo al meglio sotto tutti i profili» dice il sindaco Bacci

La Termoforgia Aurora Basket 2017-18.

JESI – «L’augurio è che portiate il nome di Jesi per l’Italia non solo ottenendo risultati sportivi importanti ma anche rappresentando al meglio la città sotto tutti i profili». Così il sindaco Massimo Bacci saluta, nella Sala Consiliare del Comune di Jesi, la Termoforgia Aurora Basket Jesi 2017-18, che si prepara al nuovo campionato di A2 e sceglie la sede istituzionale per presentarsi. «Al coach Cagnazzo dico che ripetersi è difficile e dunque, dopo la bella annata dello scorso anno, sarà dura – dice Bacci- ma lei è molto capace. Voi siete la squadra di tutto un territorio, un’eccellenza per la quale vanno ringraziati soci e sponsor. Solo chi sa progettare e gestire i momenti difficili come ha fatto l’Aurora va avanti».

La Sala Consiliare di piazza Indipendenza per il saluto alla Termoforgia Aurora.

Nell’aula, squadra e staff tecnico al completo. «Saremo una squadra che non mollerà mai, ci siamo messi in questa prospettiva già nelle prime settimane di lavoro» garantisce capitan Tommaso Rinaldi. Coach Damiano Cagnazzo spiega: «Stiamo facendo i necessari passi avanti per conoscerci e prepararci a mettere in campo tutto quello che abbiamo».

Gli arancioblù di coach Damiano Cagnazzo sugli scranni.

Saluta l’Aurora anche l’assessore allo sport Ugo Coltorti: «Siete in buonissime mani con coach Cagnazzo, che è stato in grado in questi anni di dare una sterzata importante e portare uno spirito nuovo. La società ha saputo fare scelte giuste, che sono garanzia di futuro». Riceve i complimenti e ringrazia l’amministratore unico dell’Aurora, Altero Lardinelli: «Ci sono aspettative e entusiasmo da cercare di ripagare. Abbiamo due basi solide da cui partiamo: staff tecnico e settore giovanile».

Sul fronte sponsor, Mario Talacchia porta i saluti di Termoforgia: «Società che è sempre andata avanti perché procede per progetti pluriennali e programma secondo obiettivi raggiungibili e sostenibili». Per Roberto Gabrielli, in rappresentanza di Ubi Banca: «In 21 anni di serie A sono state dimostrate capacità manageriali e sportive. Nel mondo Ubi, Jesi ha un peso importante, che crescerà ancora. Giusto stare al fianco di realtà così». Infine lo Iom, sponsor etico, con Marialuisa Quaglieri (anche assessore comunale al sociale): «Fondamentale il connubio solidarietà e sport. Felici di essere sponsor etico, lavoreremo per rendere il legame ancora più stretto».