Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, telecamere su Pergolesi contro gli atti vandalici

Il Comune installerà la videosorveglianza nella "nuova" piazza al fine di evitare il danneggiamento del monumento, delle sedute e delle aiuole, anche in considerazione dell'imminente cantiere di Corso Matteotti

Piazza Pergolesi

JESI – Arriva la videosorveglianza in piazza Pergolesi. Al fine di evitare danneggiamenti al monumento, alle sedute e alle aiuole, anche in considerazione del fatto che l’inaugurazione ufficiale è prevista il prossimo 1° febbraio, l’amministrazione ha deciso di installare le telecamere davanti alla chiesa delle Grazie. Occhio elettronico che, durante questo 2020, arriverà anche in altre parti del centro storico e della periferia.

«Per garantire la sicurezza della nuova Piazza nonché poter attuare un’azione di controllo in modo da scongiurare azioni vandaliche che possano danneggiare gli arredi e soprattutto il monumento a Pergolesi – spiega la giunta Bacci – è opportuno installare delle telecamere di videosorveglianza da integrare nell’impianto di videosorveglinza cittadino al fine di una gestione unitaria».

L’intervento richiederà un esborso di circa 6 mila euro e rientra nella spesa complessiva per la riqualificazione di Corso Matteotti. L’amministrazione ha già approvato il progetto esecutivo, con l’obiettivo di avviare il cantiere a marzo. 3,6 milioni l’investimento complessivo, di cui 2,6 milioni a carico del Comune, finanziato tramite un mutuo, e un milione di spettanza a Viva Servizi per il rifacimento delle condutture idriche e fognarie sottostanti.

LA PIAZZA RITROVATA, SABATO L'INAUGURAZIONE UFFICIALE

Appuntamento Sabato 1 Febbraio alle ore 11.00 per l'inaugurazione ufficiale della nuova Piazza Pergolesi.

Pubblicato da Comune di Jesi su Martedì 28 gennaio 2020

Sarà un cantiere in movimento per 14 mesi – il tempo stimato per terminare il tutto – con tratte di lavoro per circa 50 metri di volta in volta fino a completare i 450 metri complessivi. Nel progetto non sono previsti elementi di arredo (panchine, verde, nuova illuminazione, ecc.) che saranno oggetto di un intervento successivo. Bisognerà trovare i fondi, a meno che il ribasso d’asta consenta di eseguirli. La pietra utilizzata sarà la stessa di Piazza Pergolesi, ovviamente con fondo rinforzato tenendo conto che corso Matteotti resterà carrabile nelle fasce orarie in cui è consentito il carico e scarico.