Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Studenti, volontari e forze dell’ordine a Villa Salvati

Pianello Vallesina ospita la sesta giornata della “Prevenzione e sicurezza”, in programma domani (sabato 27 maggio). Saranno eseguite dimostrazioni ed esercitazioni in emergenza simulata. La cittadinanza è invitata a partecipare

Villa Salvati a Pianello Vallesina

PIANELLO VALLESINA – Vedere dal vero mezzi e attrezzature speciali, incontrare squadre di intervento altamente specializzate e capire metodi e procedure di intervento in caso di emergenza. tutto questo e molto altro per la sesta giornata della “Prevenzione e sicurezza”, in programma domani (sabato 27 maggio), dalle 8 alle 13, nello splendido contesto dei giardini di Villa Salvati, a Pianello Vallesina.

Coinvolti nell’iniziativa 160 volontari da tutta la provincia di Ancona, insieme agli 80 dell’Unione dei Comuni, e 550 studenti delle scuole primarie e secondarie dell’Istituto comprensivo “Beniamino Gigli”, che oltre Monte Roberto comprende anche San Paolo di Jesi, uno dei sei comuni dell’Unione della Media Vallesina. Come per gli anni precedenti, la giornata è il coronamento di un percorso di formazione didattica, ideato ed effettuato da una squadra specializzata di volontari per diffondere la cultura della prevenzione ed insegnare come affrontare le situazioni di pericolo all’interno del plesso scolastico.

«Sarà una meravigliosa occasione i ragazzi che incontreranno gli uomini e le donne dei vari Corpi Militari e Civili che operano sul nostro territorio – fa sapere la Protezione Civile di Castelplanio – per assicurarne la sicurezza sia in condizioni ordinarie che in situazioni di emergenza, con particolare riferimento alla recente emergenza sismica di cui potranno conoscere esperienze vissute e come sono state superate avversità davvero fuori del comune». A dare vita a questa iniziativa è stato il coordinatore del gruppo di Protezione civile dell’Unione dei Comuni Lorenzo Mazzieri e da Alessio Avaltroni, che coordina la squadra specializzata di volontari che va nelle scuole per diffondere la cultura della prevenzione fra i ragazzi: «Un grande impegno di uomini e di mezzi, ma anche con una passione che rappresenta per noi lo stimolo a ripartire per lavorare all’edizione successiva» le parole di Mazzieri.

Il programma della giornata. Nella giornata di sabato gli studenti potranno seguire le spiegazioni direttamente dagli operatori dei vari corpi militari e civili che operano sul nostro territorio e che illustreranno il loro operato e i mezzi utilizzati in condizioni ordinarie e straordinarie. A ciascun Corpo, arma o ente sarà assegnato uno spazio dove posizionare i mezzi e confrontarsi al meglio con gli alunni, divisi in gruppi omogenei per fascia di età. Ci saranno i Corpi che fanno parte del Sistema di Protezione civile, ossia l’Aeronautica militare, con la presenza dei piloti elicotteristi e di aerei, la Capitaneria di Porto, i Carabinieri, anche con il gruppo speciale dei Ris, i Carabinieri Forestali, la Croce Rossa militare, la Guardia di Finanza, la Polizia di Stato e la Polizia stradale, la Polizia locale, il Soccorso Alpino speleologico, i volontari di Croce Rossa italiana, il nucleo CB-OM di Jesi e le Unità cinofile da soccorso, insieme con la Protezione civile della Regione Marche. Saranno eseguite dimostrazioni ed esercitazioni in emergenza simulata alla presenza di autorità nazionali, regionali e locale, e dei dirigenti e funzionari del Dipartimento di Protezione civile nazionale e della Regione Marche. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.