Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, il sindaco Bacci riceve il questore di Ancona Giancarlo Pallini

Il saluto di benvenuto era stato rinviato a causa dell’emergenza coronavirus. Il primo cittadino ha ricordato come, anche in questo periodo di pandemia, sia preziosa l’attività delle forze dell’ordine

Jesi, sindaco Bacci con il questore Pallini
Il sindaco Bacci con il questore Pallini

JESI – Il questore di Ancona Giancarlo Pallini è stato ricevuto questa mattina in Comune dal sindaco di Jesi Massimo Bacci per il saluto di benvenuto che era stato rinviato a causa dell’emergenza coronavirus. Accompagnato dal dirigente del Commissariato di Jesi, Mario Sica, e dal comandante della Polizia locale, Cristian Lupidi, il questore ha ricevuto dal sindaco le sensazioni in tema di sicurezza da parte della comunità e le aspettative per il futuro.

Bacci ha riconosciuto il grande lavoro che stanno svolgendo le forze dell’ordine, evidenziando che talune criticità, come ad esempio quella delicata al Parco del Vallato, siano affrontate con determinazione in una logica di piena collegialità.
Anche in questa fase della pandemia, ha ricordato il sindaco, preziosa è stata l’attività delle forze dell’ordine che hanno contribuito a tenere sotto controllo la situazione. Il questore ha ringraziato il sindaco per le parole di elogio spese, assicurando che vi è da parte di tutti l’impegno a non abbassare la guardia per garantire una piena sicurezza ai cittadini. A tal fine ha sottolineato l’importanza di un rapporto costante con tutte le istituzioni affinché ciascuno, per il ruolo di propria competenza, faccia la sua parte a favore della comunità.

Al termine dell’incontro il sindaco ha donato al questore la medaglia celebrativa di Federico II e una pubblicazione fotografica di Jesi con l’invito a visitarla una volta superato questo momento.