Shiba affossa il Castelfidardo

Il derby del Carotti va alla Jesina, che con il secondo 1-0 casalingo consecutivo rimette in sesto la propria classifica mentre gli uomini di Bolzan restano impantanati nella lotta per evitare la retrocessione diretta. Trudo serve l'assist del gol, l'ex Berardi divora il pari

JESI – Prezioso secondo successo casalingo consecutivo di misura per la Jesina, che con il Castelfidardo conferma l’1-0 alla Sammaurese di una settimana prima e mantiene a distanza la zona critica della classifica, dove invece resta nei guai un Castelfidardo impegnato a evitare la retrocessione diretta. Decida la contesa la rete di Shiba su assist di Trudo al 34’. Nella ripresa per il Castelfidardo il più pericoloso è l’ex Berardi che però al 65’, solo davanti a Tavoni, sciupa clamorosamente alto.

La chiave La collaborazione fra Shiba e Trudo. Spesso cercata e non sempre trovata in questa stagione fra due attaccanti forti ma entrambi portati a puntare la porta per proprio conto. E’ da uno sprint di Trudo, al rientro dopo due giornate di squalifica e con una fame di fare che si vede tutta in campo, che nasce la rete di Shiba, al decimo sigillo stagionale.

Mister Yuri Bugari (Jesina): «Abbiamo giocato con coraggio, la vittoria di una settimana ci ha dato più tranquillità e specie nel primo tempo si è visto. Abbiamo fatto una buona partita, cercando di giocare la palla su un campo dove non era facile».

Mister Dario Bolzan (Castelfidardo): «Non ho mai mollato in vita mia, se non mollo io non vedo perché debbano farlo i giocatori. Sono certo che ci tireremo fuori da questa situazione. Ai miei ho fatto i complimenti per la prova. Abbiamo creato palle gol continuando a giocare a calcio. La Jesina ha fatto una buona partita ma non meritava più di noi».

 

Jesina – Castelfidardo: 1-0

Jesina (4-4-2): Tavoni; Compagnucci, Calcina, Tafani, Anconetani; Cameruccio, Cardinali (40’ st Cantarini), Censori, Bontà; Shiba (23’ st Vita), Trudo (44’ st Pierandrei). All. Bugari
A disp. Niosi, Serantoni, Fuoco, Piersanti, Sassaroli, Piefederici.
Castelfidardo (4-3-3): Molinaro; Massi (1’ st Silvestri), Orlando, Testoni, Bordi; Pigini (38’ st Albanesi), Lodi (29’ st Soragna), Berardi; Maisto, Galli, Montagnoli. All. Bolzan
A disp. Carnevali, Silletti, Negro, Giuliani, Marconi, Marchetti.

Arbitro: De Girolamo di Avellino

Reti: 34’ Shiba

Note: ammoniti Massi, Berardi, Bontà, Bordi; corner 10-1; spettatori 500