Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Senza patente e con l’auto non assicurata: maxi-multa e sequestro dell’auto per uno jesino

La Polizia Locale ha sanzionato di 5.848 euro un 40enne della città “pizzicato” dal targasystem, che consente di “leggere” in tempo reale la targa e capire se il veicolo è in regola

polizia-locale
La sede della Polizia Locale di Jesi in piazza Indipendenza

JESI – Senza patente perché revocata da qualche anno e per giunta alla guida di un’auto sprovvista di assicurazione. Lo ha “pizzicato” il targasystem della Polizia locale, il particolare strumento che permette di fotografare le targhe delle auto in transitano e verificare immediatamente se sono assicurate o revisionate. Laddove si registra una anomalia, il particolare dispositivo tecnologico – che dunque “seleziona” a colpo sicuro i possibili trasgressori alle norme di sicurezza, lasciando in pace gli altri – emette subito un segnale che permette agli agenti di arrestare il veicolo immediatamente e procedere alle verifiche. Quello che è appunto toccato ad un quarantenne di Jesi che, oltre ad essere al volante di un veicolo senza assicurazione, si trovava anche nella pessima coincidenza di essere sprovvisto di patente perché revocata in passato.

La Polizia locale – che sul fronte della piena sicurezza dei cittadini sulle strade non transige – ha disposto il sequestro del veicolo ed una multa di 848 euro per mancanza di assicurazione, oltre ad una ulteriore sanzione di 5.000 euro per la guida senza patente. Per il protagonista in negativo della vicenda, l’unico beneficio è quello di poter ridurre la sanzione di un 30% qualora, come previsto dalla legge, saldi il suo conto entro cinque giorni dalla contestazione degli addebiti.

«L’iniziativa – spiega l’amministrazione – si inquadra nell’ambito del piano di prevenzione attivato dalla Polizia locale con i nuovi strumenti tecnologici che non mirano certamente a vessare il cittadino attraverso meccanismi poco simpatici come potrebbe essere un autovelox nascosto dietro ad una curva, ma a garantire piena sicurezza ai cittadini, tenuto conto dei gravi rischi, a partire dall’azione risarcitoria, a cui va incontro per se stesso e per gli altri chi si trova al volante di un’auto senza assicurazione o non revisionata».