Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Seconda, acuto Sampaolese. «Con mister Latini per stupire»

Dopo l'aggancio a San Marcello e Cupramontana in testa al girone D, parla il dirigente e factotum Urbano Cotichella: «I ragazzi rispondono bene e il mister non lascia nulla al caso, gli ingredienti ci sono tutti. Poi sarà il campo a parlare». Sabato 14 ottobre alle 15,30 arriva l'Argignano.

La Sampaolese 2017-18
La Sampaolese 2017-18.

JESI – Quattro reti a domicilio al Palombina Vecchia, tre delle quali firmate dal senegalese Limamoulaye Diagne, a segno quattro volte in tre gare. E l’aggancio, in testa alla classifica del girone D del campionato di calcio di Seconda categoria, a Cupramontana e San Marcello, bloccate sul pari (rispettivamente da Osimo e Argignano). È un buon momento quello attraversato dalla Sampaolese, guidata da mister Giorgio Latini.

«Siamo partiti bene – conferma Urbano Cotichella, “storico” dirigente e factotum della società di San Paolo di Jesi – anche se forse qualche cosa di più poteva essere fatto al debutto, quando abbiamo pareggiato in casa della neopromossa Castelfidardo. Ma ci sta. Sette punti dopo due partite in trasferta e una in casa, +2 in media inglese, un solo gol subito, quello arrivato sabato scorso quando eravamo già sullo 0-4 per noi. Possiamo essere fiduciosi, anche se è ancora molto presto. Ma i ragazzi stanno rispondendo bene e il mister non lascia alcun dettaglio al caso. Gli ingredienti ci sono tutti, poi sarà il campo a parlare».

Ha fatto notizia l’arrivo sulla panchina della Sampaolese di uno “specialista” come Latini, fondatore di cicli vincenti a suon di ripetute promozioni fra gli altri ad Apiro e Moie. «Per noi era una utopia, quando me ne è stato parlato la prima volta non pensavo che ci saremmo potuti permettere un tecnico di questo calibro. Ma poi, grazie all’aiuto di amici comuni, siamo riusciti a concretizzare la cosa e ne siamo orgogliosi. Latini sta facendo un grosso lavoro, specie sui giovani classe 1998-1999 e 2000 che ha già fatto esordire. Tiene tutti sulla corda, senza figli e figliastri, sia i ragazzi sia la “vecchia guardia” che spesso ha avuto con sé in passato. È un tecnico molto esigente, nei confronti di tutti, ed è un bene».

Nel girone D c’è tanta Vallesina a sfidarsi. «San Marcello, Cupramontana, Castelbellino e Falconarese, anche se neo-promossa, le formazioni più ambiziose e accreditate che credo emergeranno. E poi ci può sempre essere spazio per qualche outsider».

Sabato prossimo 14 ottobre la Sampaolese torna sul proprio campo e riceve alle 15.30 l’Argignano. Del trio di testa, il San Marcello riceve il Castelfidardo e il Castelbellino va ad Osimo. Infine sfida ravvicinata fra Aurora Jesi, che ha sino qui centrato due pareggi, e Pianello Vallesina, entrambe alla ricerca della prima vittoria.