Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, Notte Bianca dei Licei per parlare di bene comune

Protagoniste le scuole cittadine “Vittorio Emanuele II” e “Galileo Galilei” fra Palazzo Pianetti, per il convegno conclusivo su credito e Banca Etico, e le rispettive sedi in Corso Matteotti e via Leopardi

JESI – Si conclude venerdì prossimo 25 ottobre con la “Notte Bianca dei Les” – Licei Economico Sociali #edufin, il mese che i due licei jesini “Vittorio Emanuele II” e “Galileo Galilei” hanno dedicato alla educazione finanziaria. Appuntamento fra Palazzo Pianetti, dalle 17, per il convegno conclusivo, e le due sedi degli istituti di Corso Matteotti e via Leopardi (la palestra Carducci) per i laboratori e gli ulteriori incontri promossi, fino alle 23, per l’evento.

Una iniziativa giunta alla seconda edizione e salutata dai due nuovi dirigenti scolastici: Floriano Tittarelli, ex Galilei, per il Vittorio Emanuele II, e Luigi Frati per il Galilei. «Questa Notte Bianca è un appuntamento a carattere nazionale – spiegano – che si pone l’obiettivo di sensibilizzare il territorio alla conoscenza di questo percorso di studi, attivo in Italia solo dal 2010 e fortemente voluto dal Miur come necessario adeguamento al panorama europeo».

Un corso di studi che, sottolinea l’assessora ai servizi educativi del Comune di Jesi, Marisa Campanelli, «ha caratteristiche estremamente moderne nel suo mettere insieme competenze trasversali che un tempo si sarebbero pensate agli estremi opposti, come quelle umanitarie e quelle economiche».

Titolo e tema scelti per questa edizione della Notte Bianca dei Les è “SosteniAMO il Bene comune”.

Da sinistra Luigi Frati, Floriano Tittarelli, Rosella Bartolini, Maria Cristina Casoni
Da sinistra Luigi Frati, Floriano Tittarelli, Rosella Bartolini, Maria Cristina Casoni

Dicono le insegnanti Maria Cristina Casoni (Galilei) e Rosella Bartolini (Vittorio Emanuele II): «In sintonia coi caratteri distintivi del Les, aperto alle istanze sociali, economiche e giuridiche del presente e alle emergenze che ci richiamano a scelte per il futuro, si è pensato di sviluppare, in un’ottica interdisciplinare, insieme ai ragazzi per i ragazzi e il territorio, un percorso capace di offrire punti di vista diversi sull’organizzazione della società civile, sull’economia e i modelli di sviluppo». Le due scuole hanno contribuito, nell’ambito della manifestazione Volontarja del Comune, al convegno “Per una pedagogia del volontariato”. E il convegno di venerdì 25 sarà dedicato alla Banca Etica, con un intervento della professoressa jesina, Katya Mastantuono, vice presidente del Comitato Etico di Banca Etica, su “Il credito come strumento di altra economia”.

Il percorso intrapreso dai due licei proseguirà con un evento spin off, in via di programmazione, dedicato ai temi del lavoro in nuovi scenari economici a cura del sociologo e sindacalista Aboubakar Soumahoro.