Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Scomparsa di Andreea: nell’auto del fidanzato tracce organiche, saranno analizzate da un perito della Procura

Il medico legale Tagliabracci avrà 15 giorni per verificare se è il sangue della ragazza. Intanto altri due avvistamenti a Milano

Gresti in trasmissione con Federica Sciarelli

JESI – Da Milano arrivano altri due avvistamenti di Andreea Rabciuc, la 27enne di origine romena scomparsa nel nulla all’alba del 12 marzo scorso. Sono stati fatti alla trasmissione “Chi l’ha visto?” e sono in corso accertamenti. Stessa zona della volta scorsa, vicino alla stazione metropolitana Cadorna. Questa sera il fidanzato della giovane, Simone Gresti, che al momento è ancora l’unico indagato sulla sparizione della ragazza (l’ipotesi di reato è sequestro di persona), il suo avvocato Emanuele Giuliani e il loro consulente di parte Andrea Ariola saranno di nuovo alla trasmissione di Federica Sciarelli che tratterà il caso. 

Dopo i rilievi effettuati nell’auto sequestrata a Simone, una Audi, fatta dai carabinieri del Sis, la sezione investigazioni scientifiche del nucleo investigativo di Ancona, la sera stessa del sequestro (era il 14 aprile e utilizzarono il luminol), il pm Irene Bilotta ha dato incarico al medico legale Adriano Tagliabracci di analizzare i prelievi fatti. Nella vettura sono state repertate tracce organiche. Il perito ha 15 giorni di tempo e dovrà accertare se c’è il sangue di Andreea.

La difesa ha nominato un consulente di parte, il medico legale Cristiano Cortucci di Jesi, specialista che seguirà parallelamente le analisi per tutelare l’indagato. Sono passati 53 giorni dalla scomparsa della 27enne, campionessa di tiro a segno, con i capelli blu e i tatuaggi. Di lei ancora nessuna traccia nonostante le ricerche effettuate nelle campagne attorno al casolare, sulla Montecarrottese, dov’è ha passato l’ultima notte con il fidanzato, una amica e un altro ragazzo.