Permaflex sconti fino al 50% Casa del Materasso Jesi
Permaflex sconti fino al 50% Casa del Materasso Jesi
Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Sant’Antonio Abate, dopo due anni si torna a festeggiare nelle parrocchie della diocesi di Jesi

Quasi tutte le parrocchie dove era viva la tradizione di festeggiare sant’Antonio hanno ripreso le celebrazioni quest’anno dopo due anni di sosta per la pandemia

Il Duomo di Jesi

JESI – Nella diocesi di Jesi sono diverse le parrocchie dove si torna a festeggiare sant’Antonio Abate, dopo due anni di sospensione per la pandemia

Sant’Antonio è considerato il fondatore del monachesimo cristiano e chiamato anche «Antonio il Grande», titolo appartenente a lui e agli altri tre Padri della Chiesa d’Oriente. Nato a Coma in Egitto, attorno al 250 d.C., a lui si deve la costituzione in forma permanente di famiglie di monaci che si consacrano al servizio di Dio sotto la guida di un padre spirituale. È considerato il protettore contro le epidemie di certe malattie, sia dell’uomo, sia degli animali ed è invocato come protettore del bestiame. La sua immagine è spesso collocata sulla porta delle stalle e nel giorno della sua festa è tradizione recarsi in chiesa per la Messa, la benedizione e per prendere il pane benedetto. Quasi tutte le parrocchie dove era viva la tradizione di festeggiare sant’Antonio hanno ripreso le celebrazioni quest’anno dopo due anni di sosta per la pandemia.

Nella Parrocchia jesina di San Francesco d’Assisi è una tradizione antica e molto sentita e sono tre anni che non si svolgeva più a causa delle limitazioni per il covid.

La festa sarà preceduta dal triduo: sabato 14 gennaio, domenica 15 gennaio, lunedì 16 gennaio alle 18:30 la preghiera del santo Rosario, alle 19 la Santa Messa e preghiera a sant’Antonio.

Martedì 17 gennaio, giorno della festa di sant’Antonio Abate, la distribuzione del pane benedetto sarà a partire dalle 7,30. Le sante Messe saranno alle 8,30, alle 10,30 e alle 19. Alle 16:30 ci sarà la benedizione degli animali presso il piazzale accanto alla Chiesa).

Nelle parrocchie di San Massimiliano Kolbe e S. Maria Assunta di Tabano a Jesi sant’Antonio sarà celebrato sia il 17 gennaio sia il 22 gennaio. Martedì 17 gennaio le Messe saranno alle 9 e alle 18,30 e domenica 22 gennaio alle 9 e alle 11,30 ci saranno le Messe con la distribuzione del pane; alle 16 ci sarà la benedizione degli animali nel piazzale di S. Massimiliano Kolbe e con la distribuzione dei panini di farina bianca che hanno la caratteristica di avere un’immagine stilizzata del santo. Le celebrazioni non potranno tenersi a Tabano a causa dell’inagibilità della chiesa. Al Kolbe negli ultimi due anni non si sono svolte manifestazioni.

Nell’unità parrocchiale San Settimio, San Giovanni Battista, San Pietro Apostolo, saranno distribuiti i panini di sant’Antonio e il ricavato andrà per le opere della caritas parrocchiale. Sabato 14 gennaio al termine della Messa delle 17,30 in Duomo e dopo la Messa delle 18,30 a San Giovanni Battista saranno distribuiti i panini di sant’Antonio. Domenica 15 gennaio alle 11,15 è prevista la benedizione degli animali domestici sul sagrato del Duomo mentre i panini saranno disponibili dopo la Messa delle 9 a San Pietro Apostolo, dopo la Messa delle 10 a San Giovanni Battista, prima e dopo la Messa delle 11,30 e prima della Messa delle 18,30 in Duomo.

Il giorno di sant’Antonio, nella parrocchia di Angeli di Rosora i fedeli troveranno i panini nelle bustine e saranno benedetti durante la Messa delle 18. La domenica 22 gennaio il pane sarà benedetto alle 9 nella chiesa di Borgo Loreto e alle 11,15 nella chiesa di Santa Maria del Cammino a Macine, durante le celebrazioni, poi sarà distribuito ai fedeli.

Sabato 14 gennaio e domenica 15 gennaio nella parrocchia di Sant’ Antonio Abate si celebra la festa del santo patrono Antonio Abate con diversi momenti di festa e di preghiera per tutta la comunità e con la benedizione e la distribuzione delle pagnottine. Domenica 15 le Messe sono alle 8 e alle 11 (presieduta dal vescovo Gerardo Rocconi) con la benedizione dei prodotti della terra e degli animali; alle 13 il pranzo nel locale della Bocciofila. Le pagnotte e le ciambelline sono consegnate in sacchetti di carta chiusa sotto il loggiato parrocchiale.

Nella parrocchia della Santissima Annunziata di Montecarotto la festa di sant’Antonio Abate si celebra domenica 15 gennaio ed è un momento di gioia e di condivisione dei valori del mondo agricolo con la comunità, nonché un tributo agli animali come compagni di vita. La benedizione degli animali è davanti alla chiesa parrocchiale alle 15,30 cui seguirà un buffet preparato dalla Pro Loco di Montecarotto. Durante le celebrazioni delle 9 e delle 11 nella chiesa parrocchiale e delle 18,30 alla chiesa del Crocifisso, il parroco benedirà anche il pane e i mangimi.

La festa di sant’Antonio nelle parrocchie di Cupramontana sarà celebrata in tre giornate. A Santa Maria (in via Roma) martedì 17 gennaio sarà esposta la statua del santo e alle 8,30 sarà celebrata la Messa con la benedizione e la distribuzione del pane. Nella chiesa di San Lorenzo sarà esposta la statua di sant’Antonio il 21 e il 22 gennaio; sabato 21 alle 18 e domenica 22 alle 8,30 e alle 11,15 la Messa con la benedizione e la distribuzione del pane. Domenica 22 a Poggio Cupro, la distribuzione del pane sarà dopo la Messa delle 10. La benedizione degli animali sarà domenica 22 gennaio alle 12 in Piazza IV Novembre.

Nella parrocchia di Santa Maria di Moie verrà celebrata, martedì 17 gennaio, la festa di S. Antonio Abate, alle 8,30 nella Chiesa di S. Maria con la Messa e benedizione degli alimenti per animali. La distribuzione del «Pane Benedetto» sarà dalle 8 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 18,30 nella sala capitolare dell’Abbazia. Alle 17 nella Piazza di S. Maria avverrà la benedizione degli animali domestici. In chiesa è esposta la statua in gesso (calco) policromo di sant’Antonio Abate, invocato come protettore degli animali. Nell’abside di destra si può vedere un antico affresco che rappresenta il santo ed è il segno evidente di come la devozione a sant’Antonio, nella comunità di Moie, ha origini lontane.

Nella parrocchia di San Lorenzo Martire a Mazzangrugno di Jesi verrà celebrata la festa di S. Antonio Abate nei giorni 21 e 22 gennaio. Il programma di sabato 21 prevede alle 15 la benedizione del pane, delle macchine agricole e degli animali presso il salone parrocchiale; dalle 16 ci saranno un rinfresco e un intrattenimento nel salone parrocchiale con la distribuzione del pane benedetto fino alle 19. Domenica 22 alle 9,30, rinfresco nel salone parrocchiale e distribuzione del pane benedetto, alle 11 la Santa Messa presieduta dal Vescovo don Gerardo Rocconi. Alle 13 il pranzo comunitario presso il bocciodromo. Per rendere la distribuzione del pane il più semplice possibile, la quantità di panini e maritozzi si dovrà ordinare entro mercoledì 18 gennaio.

Nella parrocchia di Santa Maria del Colle a Castelrosino il 22 gennaio si celebrerà la festa di S. Antonio Abate. Alle 11 si svolgerà la Santa Messa in onore di sant’Antonio, alle 12 ci sarà la benedizione degli animali, delle pagnotte e degli alimenti e a seguire la distribuzione del pane e un aperitivo. Per rendere la distribuzione del pane più semplice possibile, i sacchetti contenenti i 6 panini dovranno essere ordinati entro venerdì 20 gennaio. Le offerte andranno al sostegno dei progetti e per il pagamento delle utenze parrocchiali.

Nell’Unità parrocchiale di Santa Maria Nuova e Collina, la festa di Sant’Antonio Abate è unita alla Festa del Ringraziamento, con la partecipazione della Coldiretti e si svolge il 22 gennaio. A Collina la Messa sarà celebrata alle 8,30 nella chiesa della Sacra Famiglia e alle 9,30 è prevista la distribuzione del pane e degli alimenti nell’oratorio parrocchiale. A Santa Maria Nuova, nel teatrino parrocchiale, alle 8,30 ci sarà la benedizione del pane, che poi sarà distribuito, e degli alimenti. Alle 10,15 arriveranno per la benedizione i coltivatori diretti con i loro mezzi agricoli e alle 11,15 la comunità si ritroverà nella chiesa parrocchiale di Sant’Antonio di Padova per la Messa. Nel pomeriggio dalle 15 in piazza Magagnini, benedizione degli animali e giochi in comunità.

Nella Parrocchia di San Marcello verrà festeggiata la Festa di S. Antonio Abate domenica 22 gennaio, il programma prevede la celebrazione delle sante Messe nella Chiesa Parrocchiale alle 8 e alle 11,15 con la benedizione e la distribuzione del pane, dei calendari e dei santini. Alle 16 ci sarà la benedizione degli animali. Lo scorso anno il parroco aveva solo benedetto il pane che i fedeli hanno portato da casa.

Liceo Classico Jesi
agrturismo il gelso fabriano
doctor car jesi autosalone