Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

San Settimio, per la tombola “blindata” all’opera anche l’antiterrorismo

Piazza della Repubblica, prima dell'evento di ieri, bonificata con l'impiego di unità cinofile antiesplosivo. Varchi presidiati per garantire il "numero chiuso" ma ci sono stati momenti di nervosismo con quanti volevano entrare senza essere muniti dell'apposito tagliando numerato

Gli agenti dell'unità operativa antiterrorismo della Polizia schierati in vicolo del Teatro

JESI – Piazza della Repubblicazona rossa“, ieri 22 settembre, in occasione della tombola di San Settimio per la prima volta a “numero chiuso”.

Il vice questore aggiunto Michele Morra ha tenuto le fila del dispositivo di sicurezza che ha visto all’opera anche una unità operativa antiterrorismo della Polizia – posizionata in vicolo del Teatro – mentre nel pomeriggio tutta la piazza era stata bonificata con l’impiego di unità cinofile antiesplosivo.

Il vice questore aggiunto Michele Morra al varco presidiato di via Pergolesi

Si entrava, per la tombola, soltanto se in possesso dell’apposito tagliando di controllo agli ingressi. Piazza piena, comunque, anche se blindata, i cinquemila e non più – come programmato – c’erano tutti, tradizione rispettata, anche se l’afflusso è stato più lento rispetto alle edizioni prececedenti, visti gli sbarramenti di recente imposti con le nuove disposizioni afferenti l’ordine pubblico.

Il dispositivo di sicurezza prevedeva, infatti, la chiusura della piazza nei suoi quattro varchi, transennati e presidiati da Polizia, Carabinieri e i “Leoni Rampanti“, i volontari dell’Associazione Nazionale Carabinieri.

L’accesso in piazza da Corso Matteotti

Momenti di nervosismo, in alcuni casi, quando in diversi si sono resi conto che senza il tagliando di controllo numerato – che si poteva ottenere acquistando un biglietto della tombola – non si poteva entrare.

Qualcuno si è anche arrabbiato, ma senza tagliando si rimaneva fuori.

All fine, varchi riaperti e deflusso tranquillo, sempre sotto il controllo delle forze dell’ordine.

Alcuni momenti di nervosismo con chi non era munito di tagliando numerato per entrare

Oggi, 23 settembre, iniziano le Fiere – sino a lunedì 25 – e con esse va avanti anche il dispositivo di sicurezza con il posizionamento dei blocchi di cemento da 2.500 chili nelle strade di accesso, il presidio dei “Leoni Rampanti” ai varchi, i controlli diretti ai venditori abusivi con una particolare task force della Polizia Municipale per quanto riguarda il centro.

In particolare, forze dell’ordine impegnate anche agli accessi in città, compresa la stazione ferroviaria dove è presente la Polfer.