Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Rugby Jesi ’70, comincia da Livorno la nuova avventura in Serie B – VIDEO

Presentata la stagione nella prestigiosa cornice di Palazzo Bisaccioni, ospiti della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi. Spazio anche al successo del progetto RugbyAmo, per l’inclusione nello sport dei giovani con disabilità

La presentazione della nuova stagione del Rugby Jesi '70: da sinistra Mauro Tarantino, Luca Faccenda, Ugo Coltorti, Fabio Luna e Marco Porcarelli

JESI – «Ho ritrovato una società cresciuta sotto tutti i punti di vista, una squadra in costruzione molto più giovane e allenata della mia prima volta a Jesi. L’obiettivo è tornare presto a riprendere il ritmo partita, abbiamo 21 gare davanti prima di guardare a classifica o obiettivi. Stiamo riprendendo fiducia con un buon lavoro in settimana». Così German Greco, allenatore della Seniores del Rugby Jesi ’70, lancia il compito dei Leoni nel nuovo campionato di Serie B al via per loro da domani, domenica 17 ottobre, con la trasferta sul campo di Livorno. Una partenza che è stata presentata dalla società del presidente Luca Faccenda nella prestigiosa cornice di Palazzo Bisaccioni, ospiti della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi che del Club è prezioso partner nel progetto RugbyAmo, dedicato alla inclusione a partire dallo sport di giovani con disabilità.

German Greco, tecnico del Rugby Jesi ’70

Proprio Mauro Tarantino, segretario della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, ha fatto gli onori di casa al microfono del giornalista Fabio Lo Savio: «È un piacere collaborare con il Rugby Jesi ’70 in un progetto come RugbyAmo, meritorio e a vantaggio delle famiglie, per il quale era giusto esserci. La Fondazione, nella sua vicinanza al territorio e col suo impegno anche nel campo della cultura, c’è». E proprio di RugbyAmo si è parlato, con il tecnico Mariano Fagioli che, dopo aver accompagnato i ragazzi partecipanti al progetto in una visita alle collezioni d’arte di Palazzo Bisaccioni, spiega: «I trovano al campo e nel rugby la possibilità di interagire con gli altri, giocare, divertirsi, entrare a far parte di tutto ciò che è questa società. Questo è uno sport che insegna tanto».

A portare il proprio saluto anche il presidente del Coni Marche Fabio Luna e l’assessore allo sport del Comune di Jesi, Ugo Coltorti. Dice Luna: «Veniamo da una eccezionale estate di successi sportivi, la scintilla di cui avevamo bisogno per tornare a sorridere e socializzare. Un orgoglio che in questi risultati ci sia stato tanto della nostra regione. Se è stato così, è grazie al lavoro quotidiano e silenzioso svolto da società come il Rugby Jesi ’70, anche in mesi difficili come quelli recenti. Sono onorato, e con me il componente di Giunta e vice presidente Marco Porcarelli che mi accompagna, di essere qui. L’augurio a tutti gli atleti e le atlete è di divertirsi e realizzare in questa stagione i sogni per cui vi state preparando». Per Coltorti: «I numeri dicono e i fatti dimostrano come questa società sappia fare ottime cose con la spontaneità, la serietà e il coraggio che si respirano nella vostra realtà, alla quale è stato doveroso essere vicini come amministrazione nel grande lavoro fatto sull’impianto».

Fabio Luna, presidente del Coni Marche, omaggia il presidente del Rugby Jesi Luca Faccenda

Quindi le sfide della nuova stagione. Al fianco del Rugby Jesi supporti come quelli di L.F., Quark e Associazione Fcs. Dice Gianluca Spallotta, a.d. di Quark: «Il rugby è uno sport che al territorio e alla sua socialità dà molto, ci teniamo a stare vicino a chi fa ottime cose». Per Carlo Luzi, L.F: «Uno sport, questo, di cui sono appassionato e tifoso, oltre ad avere in famiglia chi gli è vicino. Naturale stargli accanto».

I Leoni jesini incroceranno inoltre nel girone 2 Valorugby Emilia (prima casalinga il 24 ottobre alle 14,30) e poi il Rugby Roma Olimpic Club 1930, Lions Amaranto, Modena Rugby, Imola, Cus Siena, Rugby Parma, Highlanders Formigine, Florentia Rugby. Gare d’andata (il giro di boa il 20 febbraio) e ritorno con chiusura dei giochi il 5 giugno, per tutti un turno di riposo, che per Jesi sarà alla penultima giornata. A fine stagione regolare le quattro squadre classificate al primo posto di ciascuno dei gironi di Serie B acquisiscono il diritto di partecipare nella stagione 2022/23 al Campionato di Serie A. Non sono previste retrocessioni.

Dice il presidente Luca Faccenda: «Dopo le ombre e le luci di ciò che abbiamo passato, ripartiamo. Le luci sono quelle dei numeri dei giovani e giovanissimi in crescita, anche nel femminile, dove siamo stati pionieri e quest’anno presenteremo due squadre, Under 15 e Under 17. Ricominciamo e vediamo dove ci porterò questo campionato».

Questa la rosa al completo della Seniores del Rugby Jesi ’70 2021-22: Matteo Albani, Matteo Amendola, Francesco Baioni, Riccardo Boria, Edoardo Bruciaferri, Nicola Bruciaferri, Massimiliano Capalti, Lorenzo Cappuccini, Michele Carosi, Egi Dina, Luca Feliciani, Enrico Fanesi, Lorenzo Formato, Michele Leaua, Luca Loccioni, Leonardo Marchegiani, Alessio Marinelli, Luca Marinelli, Daniele Piergirolami, Nicola Pulita (capitano), Giacomo Ramazzotti, Alex Roccetti, Enrico Santini, Federico Sandroni, Max Santoni, Lorenzo Scaloni, Lorenzo Silvi, Giorgio Trillini, Andi Velaj.

Allenatore German Greco

Vice allenatore Mariano Fagioli

Preparatore Stefano Morini

Dirigenti Lucas Fagioli e Mauro Bachieca

Accompagnatori Cristiano Fanesi e Roberto Novelli